Expo Tangenti Appalti 140508105945
GIUSTIZIA 16 Ottobre Ott 2014 1756 16 ottobre 2014

Expo, Angelo Paris torna in libertà

Revocati i domiciliari, per il gip «non c'è pericolo di reiterazione dei reati».

  • ...

Angelo Paris, direttore Pianificazione e Acquisti di Expo 2015 spa e general manager.

Angelo Paris, l'ex manager di Expo, è stato rimesso in libertà.
L'uomo finì in carcere a maggio 2014 e fu poi messo agli arresti domiciliari nell'ambito dell'inchiesta sulla cosiddetta 'cupola degli appalti', al centro di episodi di turbativa d'asta e corruzione.
La decisione del gip di Milano Fabio Antezza è arrivata il 16 ottobre, dopo aver accolto la richiesta dei difensori di Paris, gli avvocati Luca Troyer e Luca Ponzoni, ritenendo inoltre che il periodo trascorso ai domiciliari e l'abbandono di cariche in Expo, abbiano costituito un «idoneo deterrente» alla reiterazione dei reati.
«HA CONTRIBUITO ALLE INDAGINI». Il giudice, rilevando che le esigenze cautelari «non sono più attuali», ha anche sottolineato come l'ex manager abbia «sensibilmente contribuito con plurime dichiarazioni auto ed etero-accusatorie» allo sviluppo delle indagini.
Il 16 ottobre a Paris è stato notificato il decreto con cui il gip Antezza ha disposto, su richiesta dei pm, il processo con rito immediato.
PROCESSO DAL 2 DICEMBRE. Il procedimento si apre il 2 dicembre davanti alla decima sezione penale, e vede alla sbarra altre sei persone, tra cui anche l'ex parlamentare della Democrazia cristiana Gianstefano Frigerio, l'ex funzionario del Partito comunista italiano Primo Greganti e l'ex senatore del Popolo della libertà Luigi Grillo.

Correlati

Potresti esserti perso