Miguel Gotor 140923142840
LEGGE ELETTORALE 21 Ottobre Ott 2014 1728 21 ottobre 2014

Gotor: «Stop a liste bloccate o sarà oligarchia»

Il senatore della minoranza Pd: «Gli elettori devono poter scegliere». Sel esclude una coalizione.

  • ...

Miguel Gotor, senatore del Pd.

Al fianco di un Senato non elettivo, «non è possibile immaginare una Camera dei deputati di nominati, perché vorrebbe dire trasformare la democrazia italiana in un'oligarchia, in cui tre o quattro persone che hanno il potere di fare le liste, decidono tutto». Lo ha dichiarato il senatore del Partito democratico Miguel Gotor, nel ribadire che la minoranza dem considera un «passaggio dirimente» modificare l'Italicum per superare le liste bloccate.
«POSIZIONE DI TUTTO IL PD». «Superare le liste bloccate è la posizione di tutto il Pd: non esiste alcun documento del partito che dica il contrario», ha sottolineato Gotor. E a chi lo interpellava sulla posizione della minoranza Pd, ha spiegato: «Per noi non è convincente una soluzione che preveda i capolista bloccati e le preferenze per gli altri candidati: non si sfuggirebbe dal problema perché per i partiti che ottengono pochi seggi, gli eletti sarebbero tutti nominati». «Bisogna restituire il diritto di scelta agli elettori» - ha concluso il senatore - «è l'unica strada per recuperare un rapporto tra i cittadini e le istituzioni».
SEL ESCLUDE LA COALIZIONE COL PD. Critiche alla proposta di Matteo Renzi sono arrivate anche da Nicola Fratoianni, coordinatore di Sel, secondo cui il premio alla lista e non alla coalizione «segna la fine di ogni ipotesi coalizionale» con il Pd «così come l'abbiamo conosciuta». Fratoianni ha spiegato come Nichi Vendola abbia convocato per il 14 ottobre, alle ore 11, la direzione nazionale proprio per affrontare il tema.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso