Chiamparino Piemonte Renzi 140110192231
VERTICE 23 Ottobre Ott 2014 0849 23 ottobre 2014

Legge di stabilità, incontro governo-Regioni

Summit a Palazzo Chigi: «Non c'è spazio per mediazioni, ma accetto proposte».

  • ...

Sergio Chiamparino e a colloquio con Matteo Renzi.

Si è svolto la mattina del 23 ottobre a Palazzo Chigi l'incontro tra governo e Regioni per discutere i tagli previsti dalla legge di stabilità che nel 2015, per il comparto delle Regioni, pesano per 4 miliardi che diventano 6,2 se si sommano i tagli già previsti dai governi Monti e Letta.
NESSUNA MEDIAZIONE. «Non c'è spazio per una mediazione, i miliardi sono 4. Da qui due strade: o lo scontro o ci sono proposte alternative su cui si lavora in queste ore», ha detto il premier Matteo Renzi aprendo il tavolo di confronto. «Sui costi standard, se voi ci siete, io ci sono. Noi interveniamo solo ex post se le cose non vanno. Se avete una risposta seria, rigorosa, noi ci siamo». Renzi ha poi ribadito la necessità di «trasparenza totale di tutte le spese on-line, dal governo alle Regioni».
PRESENTI TUTTI I GOVERNATORI. Presenti all'incontro tutti i governatori. Per l'esecutivo c'erano il presidente del Consiglio, il sottosegretario Graziano Delrio, il ministro per gli Affari regionali, Maria Carmela Lanzetta, e il sottosegretario agli Affari regionali Gianclaudio Bressa.
CHIAMPARINO: «CERCHIAMO DI EVITARE I TAGLI». Il presidente della Conferenza delle Regioni, Sergio Chiamparino, ha detto che l'obiettivo è «cercare di evitare i tagli» ed evitare aumenti della fiscalità. «L'incontro di oggi apre una fase nuova: quando ci si parla ma soprattutto si lavora insieme è sempre una buona premessa per trovare una soluzione. Siamo fiduciosi di riuscire a rendere sostenibile la manovra», ha aggiunto.

Correlati

Potresti esserti perso