Sisi 140608110008
TERRISMO 25 Ottobre Ott 2014 1429 25 ottobre 2014

Egitto, attentati in Sinai: 30 militari uccisi

Bilancio destinato a salire. Il presidente al-Sisi ha imposto lo stato d'emergenza. 

  • ...

Il nuovo presidente egiziano, Abdel Fattah al-Sisi.

Il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi ha imposto lo stato d'emergenza nel Sinai dopo che un in duplice attentato sono stati uccisi almeno 30 soldati. Si è aggravato, e secondo fonti locali potrebbe ancora salire, il bilancio delle vittime dell'attentato contro un posto di blocco dell'esercito egiziano nella penisola.
Nel primo attacco un'autobomba ha ucciso oltre 25 militari nei pressi di un posto di blocco a Nord della penisola, al confine con la Striscia di Gaza, mentre poche ore dopo altri tre soldati hanno perso la vita in un agguato ad El-Arish. Si è trattato dell l'evento più sanguinoso nella penisola dalla deposizione di Mohammed Morsi il 3 luglio 2013.
«COMPLOTTO CONTRO L'EGITTO». «Elementi stranieri hanno pianificato un complotto contro l'Egitto», ha detto il presidente egiziano Abdel Fattah al Sisi dopo la riunione tenutasi la mattina del 25 ottobre con il Consiglio supremo delle forze armate, in merito agli attacchi. Il Consiglio ha annunciato che l'esercito «si vendicherà per lo spargimento del sangue» dei militari.
Al Sisi ha decretato tre giorni di lutto nazionale, a partire dal 25 ottobre, per la morte dei soldati.

Correlati

Potresti esserti perso