Renzi Leopolda
ATTRITI 26 Ottobre Ott 2014 1800 26 ottobre 2014

Leopolda, segretario Fiom Firenze denuncia esclusione dal palco

Calosi: «Mi hanno impedito di intervenire». Lo staff: «Doveva inviare l'intervento scritto».

  • ...

Matteo Renzi alla Leopolda 2014.

Siparietto in salsa toscana tra il premier Matteo Renzi e i vertici toscani della Fiom.
Il segretario fiorentino Daniele Calosi il 26 ottobre nel terzo giorno di Leopolda aveva polemizzato perché aveva fatto richiesta di intervenire dal palco ma, aveva spiegato, era stato escluso dalla scaletta.
INCONTRO RENZI-CALOSI. Nel pomeriggio, Renzi e Calosi si sono incontrati a Campi Bisenzio (Firenze), dove il premier era andato per i 150 anni delle Officine Galileo.
Renzi lo ha abbracciato e poi, rivolgendosi ai fotografi, ha scherzato: «Fate una foto adesso, così gli rovinate la carriera».
«Volevo spiegare le ragioni di chi ieri era in piazza a Roma ma non mi è stato consentito perché non ho mandato il mio intervento all'organizzazione», ha denunciatoCalosi.
STAFF: NECESSARIO INVIO INTERVENTO SCRITTO. L'organizzazione ha spiegato che tutti, esclusi i ministri, hanno dovuto mandare l'intervento scritto per parlare dal palco.
Calosi aveva annunciato da giorni di voler parlare alla Leopolda: «Ho mandato richiesta di intervento il 22 ottobre e mi è stato chiesto l'intervento scritto che io non ho dato».
«Forse in Corea del Nord si richiedono gli interventi preventivamente. Poi se è il modo di operare alla Leopolda ne prendo atto, ma mi dispiace perché mi sarebbe piaciuto spiegare democraticamente le ragioni di una piazza importante come quella nostra di ieri a Roma», ha detto Calosi.
«CALOSI HA PREFERITO POLEMICHE». L'organizzazione della Leopolda ha spiegato «oggi Renzi e i ministri hanno incontrato i delegati Fiom ed i lavoratori dell'Ast di Terni. Ma Calosi non c'era, preferendo alimentare polemiche».

Correlati

Potresti esserti perso