Silvio Berlusconi 140913083141
POLITICA 27 Ottobre Ott 2014 2015 27 ottobre 2014

Berlusconi: «Quello del Nazareno è un patto necessario a tutti»

Il leader di Fi al Foglio: «Un accordo istituzionale. Il tema vero è se la legislatura regge o no».

  • ...

Silvio Berlusconi.

Testa alla ricostruzione dell'identità di Forza Italia, più che al braccio di ferro con Renzi perchè tornare al voto ora, senza aver varato un nuova nuova legge elettorale sarebbe «irresponsabile». Parole e musica di Silvio Berlusconi, che in un'intervista al Foglio ha spiegato come «la domanda vera» che l'Italia e Fi devono porsi «non è se regga o no il patto detto del Nazareno», ma «se va avanti la legislatura e quindi se può andare avanti la dialettica tra governo e opposizione o se si torna traumaticamente a votare».
«Invece di fare a testate con Matteo, che non avrebbe oggi alcun senso, anche perché è casomai nel loro campo che volano i colpi bassi, manteniamo la nostra autonomia, incalziamo, facciamo opposizione quando è necessario e insieme rispettiamo il patto riformatore, ma prima di tutto ricostruiamo il nostro vero profilo», ha spiegato il Cav.
«COL PREMIER UN PATTO ISTITUZIONALE NECESSARIO». «Con il presidente del Consiglio», ha aggiunto il leader di Fi, «ho stretto un patto politico di natura istituzionale. Punto. Era mio dovere farlo perché l'Italia ha bisogno di rinnovarsi e ripartire, e senza cambiamenti nell'assetto istituzionale riguardo al monocameralismo per l'approvazione delle leggi e al bipolarismo come sistema politico e ai poteri del presidente del Consiglio e del Consiglio dei ministri non c'è ripartenza possibile, né per governi di centrosinistra né per governi di centrodestra».
«POSITIVO IL TRAVERSALISMO DI RENZI». «Il trasversalismo di Matteo Renzi, tutto sommato nonostante forti limiti, è da considerarsi un progresso», ha aggiunto. «Io ovviamente non sono renziano, questo è il succo della caricatura nemmeno troppo divertente che si fa della mia posizione. Spero semmai che il più giovane contraente impari qualcosa dall'esperienza del più vecchio contraente, cioè dal sottoscritto», ha aggiunto Berlusconi.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso