Mussolini_aula
CRITICHE 27 Ottobre Ott 2014 1517 27 ottobre 2014

Padova, una piazza intitolata a Benito Mussolini

Proposta choc di un assessore di Monselice, che invita la nipote del Duce all'inaugurazione.

  • ...

Alessandra Mussolini in Senato.

Intitolare a Benito Mussolini la nuova piazza di San Bortolo, una frazione del comune di Monselice (Padova).
È questa la scioccante proposta dell’assessore comunale ai lavori pubblici Andrea Tasinato.
«HA FATTO COSE BUONE». Stando a quanto ha riferito il giornale il Mattino di Padova, l'esponente della destra ha lanciato questa idea a favore della memoria del Duce in nome delle «tante cose buone da lui fatte per il bene del popolo italiano».
Tasinato ha specificato che la sua richiesta non è una provocazione: «Non è da me provocare, tanto meno con temi delicati e di spessore come questo» e quindi ha giustificato la sua scelta come «una proposta che vale tanto quanto qualsiasi altra iniziativa di toponomastica».
«NON DISCUTO CON CHI RITIENE INOPPORTUNA LA MIA PROPOSTA». A dimostrazione che intende fare sul serio, l'amministratore comunale ha deciso di formalizzare la sua proposta nel pomeriggio del 28 ottobre durante la riunione della giunta: «Qualcuno mi potrà dire che intitolare una piazza al Duce non è opportuno. Bene, a queste posizioni nemmeno risponderò. Qualcun altro potrebbe invece farmi presente che esistono figure, magari legate alla città e al territorio, che meritano maggiormente l’intitolazione di una piazza a Monselice: in questo caso sono prontissimo al dialogo».
Tasinato ha aggiunto: «Mussolini è stato giudicato dalla storia ed evidentemente condannato per tutte le circostanze che sono arrivate con lo scoppio della Seconda guerra mondiale. Passati ormai decenni da quei fatti, tuttavia penso sia arrivato il momento di guardare avanti».
«IL VENTENNIO HA PORTATO BENEFICI E INNOVAZIONI». «Nel suo ventennio di governo il popolo italiano ha potuto vivere una serie di innovazioni e benefici i cui frutti sono arrivati anche ai giorni nostri», ha specificato l'assessore, «Dobbiamo guardare avanti senza dimenticare queste cose: ognuno ha i suoi scheletri nell’armadio, ma non bastano questi a condannare una persona per l’eternità».
I lavori per realizzare la nuova piazza di San Bortolo dovrebbero terminare entro un paio di mesi, a questo proposito Tasinato ha sottolineato: «Mi piacerebbe, entro Natale, inaugurare questa piazza aprendo anche un nuovo capitolo di storia legato a Mussolini. Ho già un invito pronto per l’occasione» che ha come destinataria la nipote del Duce Alessandra Mussolini, europarlamentare di Forza Italia.
PROPOSTA ANCORA DA VALUTARE. Se la redenzione del dittatore possa passare attraverso una piccola piazza di provincia è ancora da stabilire: la proposta di Tasinato deve essere valutata prima dalla giunta comunale e poi dal prefetto Patrizia Impresa.
Resta il fatto che finora iniziative simili sono già state lanciate in altre parti d’Italia, ma dopo aver scatenato sdegno e clamore mediatico hanno ricevuto la bocciatura delle autorità competenti.

Correlati

Potresti esserti perso