Papa Francesco 141022112740
VATICANO 28 Ottobre Ott 2014 1500 28 ottobre 2014

Il papa:«Nessun lavoratore senza diritti»

Bergoglio incontra i movimento popolari: «Mi dicono comunista, ma i poveri sono al centro del Vangelo».

  • ...

Papa Francesco.

Il papa dei lavoratori e dei poveri. Papa Francesco ha incontrato i movimenti popolari invitandoli a «continuare la propria lotta, fa bene a tutti».
Un incontro che, ha precisato il papa, «non risponde a nessuna ideologia», ma in cui sono state pronunciate parole dal significato chiaro: «Diciamo insieme con il cuore: nessuna famiglia senza tetto, nessun contadino senza terra, nessun lavoratore senza diritti, nessuna persona senza la dignità del lavoro!».
«TERRA, LAVORO, CASA». Una presa di posizione netta che si inserisce in un contesto politico complesso in Italia, con il dibattito sul Jobs act e l'articolo 18 che ha incendiato gli animi e provocato le proteste dei sindacati.
«Terra, lavoro, casa. Strano, ma se parlo di questo per alcuni il papa è comunista», si è difeso Francesco, e invece «l'amore per i poveri è al centro del Vangelo».
L'incontro, ha spiegato Bergoglio, «è un segno, è un grande segno: viene messa alla presenza di Dio, della Chiesa, della gente una realtà spesso messa a tacere».
«LE PROMESSE NON BASTANO». I poveri «non si accontentano di promesse illusorie, scuse o alibi. E neanche possono aspettare a braccia incrociate l'aiuto delle ong, di piani assistenziali o soluzioni che non arrivano o se arrivano» lo fanno in un modo «pericoloso», per «anestetizzare o addomesticare».

Correlati

Potresti esserti perso