Violante 141002095334
POLITICA 29 Ottobre Ott 2014 0742 29 ottobre 2014

Consulta, Violante rinuncia alla candidatura

Passo indietro dopo un'impasse durata mesi con una lettera ai parlamentari.

  • ...

Luciano Violante.

Luciano Violante ci rinuncia. L'ex magistrato ha scritto una lettera al Parlamento in cui annuncia il suo ritiro dalla candidatura per la Corte costituzionale, un'elezione bloccata da giugno per la quale non è mai stato trovato l'accordo.
Nella lettera, riporta dal Corriere della Sera, Violante parla di una «deriva che offende l'autorevolezza delle istituzioni e la dignità delle persone».
Nella missiva, pubblicata in prima pagina, invita a «scegliere altra personalità ritenuta più idonea ad ottenere il consenso necessario».
Violante attacca la politica, in particolare il comportamento dei paritti, e non le regole.
LA CRITICA AI POLITICI. «Una democrazia incapace di decidere attraverso il rispetto delle reciproche posizioni è una pura rappresentazione teatrale», ha sottolineato.
«Permettetemi di sperare», ha scritto rivolgendosi ai parlamentari, «al di là della questione che mi ha personalmente coinvolto, che le classi dirigenti, di cui voi siete parte rilevante, consapevoli che l’essere tali costituisce non un privilegio ma una responsabilità, diano anima a queste energie, rendendosi interpreti dell’interesse generale e restituendo così alla politica l’autorevolezza che le spetta in una democrazia funzionante».

Correlati

Potresti esserti perso