Ponte Stretto Messina 130226205721
GIALLO 29 Ottobre Ott 2014 1522 29 ottobre 2014

Renzi resuscita il Ponte sullo Stretto? È polemica

Sel: «Finanziamento da 1,3 mld». M5s: «Favore alla mafia». Il governo smentisce.

  • ...

Un'elaborazione grafica del Ponte sullo Stretto di Messina.

Opposizioni all'attacco contro il governo per la presunta assegnazione di 1 miliardo e 287 milioni alla Società Stretto di Messina nel Documento di economia e finanza (Def).
Un'interrogazione del gruppo Sel chiede al ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi «se non intenda correggere immediatamente quello che si auspica si tratti di un grossolano errore».
Il Def, nell'allegato infrastrutture che accompagna il documento, prevederebbe nella tabella che revoca e riassegna le risorse un rifinanziamento di 1 miliardo e 287 milioni alla Società Stretto di Messina Spa. Ma il ministero dei Trasporti ha smentito, parlando di «un'errata lettura di una tabella».
SEL: «CONTINUITÀ CON BERLUSCONI». Il finanziamento, secondo il capogruppo dei deputati di Sel Arturo Scotto, «è il segno di una continuità tra gli anni di Berlusconi e la nouvelle vague di Renzi. Questo atto si iscrive dentro una scelta ben chiara che il governo ha fatto negli ultimi mesi di sostenere grandi opere e non la più grande opera di cui ha bisogno il nostro Paese: il riassetto idrogeologico e la messa in sicurezza».
M5S: «RENZI SMENTISCE SE STESSO». Anche il capogruppo del Movimento 5 Stelle al Senato, Alberto Airola, ha attaccato il governo: «Renzi resuscita il Ponte sullo Stretto di Messina e rottama se stesso quando il 3 ottobre 2012 in visita ai terremotati di Sulmona dichiarava: 'Continuano a parlare dello Stretto di Messina, ma io ritengo che gli 8 miliardi a disposizione per questa opera dovrebbero essere dirottati sulla scuola pubblica per la realizzazione di nuovi edifici e per rendere più moderne e sicure'. Non occorre aggiungere altro sulla totale inaffidabilità di Renzi. Intanto con la rinascita del progetto del Ponte sullo Stretto mafia e affaristi del cemento ringraziano».
VERDI: «SCHIAFFO ALL'ITALIA». Per Ermete Realacci, presidente della commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, «è degna di Scherzi a parte l'ipotesi di resuscitare il progetto del Ponte sullo Stretto di Messina, un'opera di vecchia concezione e dalla dubbia utilità che non serve al futuro del Paese e che è già costata troppo agli italiani».
Il coportavoce dei Verdi, Angelo Bonelli, ha parlato di «uno schiaffo all'Italia che annega sotto il fango del dissesto idrogeologico. Mai avremmo potuto pensare che una simile opera potesse essere resuscitata grazie alla puntuale strategia del ministro Lupi di rottamare l'Italia».

Correlati

Potresti esserti perso