Maurizio Landini Mezzora 141102152201
SINDACATI 2 Novembre Nov 2014 1520 02 novembre 2014

Maurizio Landini: «Il governo non rappresenta i lavoratori»

Il segretario della Fiom esclude di scendere in campo in politica e attacca il premier.

  • ...

Maurizio Landini ospite del programma televisivo In mezz'ora.

Non ha intenzione di scendere in politica Maurizio Landini, segretario della Fiom-Cgil. Lo ha ribadito al programma televisivo In mezz’ora, intervistato da Lucia Annunziata. «Io voglio continuare a fare il sindacalista, voglio però che sia chiaro che a me di fare la minoranza non me ne frega proprio nulla. Voglio rappresentare le persone». E per cambiare un Paese «lo devi governare, non devi stare all’opposizione». Il governo «non rappresenta gli interessi dei lavoratori», ha detto ancora Landini, «bisogna convincere Renzi che contro il lavoro non va da nessuna parte».
«RENZI HA SCELTO CONFINDUSTRIA». «Su Renzi ho cambiato idea quando ho capito che lui scelse le politiche di Confindustria», ha spiegato Landini. «Quando incontrai Renzi parlammo dell'articolo 18, mi disse che l'Europa premeva su di lui e io gli dissi che se avesse toccato l'articolo 18 avrebbe aperto la strada per un conflitto nel Paese. All'inizio diceva di voler cambiare il Paese, risposi 'cambiamolo insieme'».
DOPPIO SCIOPERO PER LA FIOM. Lo sciopero generale di 8 ore della Fiom sarà articolato con «due manifestazioni», ha svelato Landini. «Una che riguarderà il Nord e il Centro-Nord con una manifestazione a Milano il 14 novembre. E una che riguarderà il Sud e il Centro-Sud, con una manifestazione a Napoli il 21 novembre».

Correlati

Potresti esserti perso