Andrea Orlando 140619172146
POLITICA 6 Novembre Nov 2014 1400 06 novembre 2014

Camera, giustizia civile: il dl è legge

Ok definitivo dall'aula. Ora si potrà divorziare senza passare dal giudice. 

  • ...

Il ministro della Giustizia Andrea Orlando.

Dopo l'ok alla fiducia sul decreto, dall'aula della Camera è arrivato il sì definitivo al decreto legge sulla giustizia civile.
I voti a favore sono stati 317, 182 i contrari.
PD : «DL CIVILE È PASSO AVANTI». Soddisfazione dopo il voto da parte del Partito democratico.
«Con le misure approvate oggi alla Camera riguardanti le modifiche del processo civile si è fatto un importante passo per il Paese e sulla strada della riforma della Giustizia proposta dal governo Renzi, sulla quale con tenacia sta lavorando il ministro Andrea Orlando», ha affermato Fabrizia Giuliani del Pd.
NCD: «OK MA SERVE DI PIÙ». Nino Bosco del Nuovo centrodestra ha invece spiegato come «serva di più: dobbiamo semplificare la normativa, riordinare e codificare per materia, riorganizzare il sistema e l'ordinamento, ridurre i riti, eliminare disordine e sovrapposizioni».
INCIDE SU DIVORZI E SEPARAZIONI. Molte le novità del decreto legge.
Il testo va a incidere su divorzi e separazioni, ed è una piccola grande rivoluzione.
Per le cause di separazione e di divorzio, infatti, non sarà più necessario andare davanti a un giudice: si potrà utilizzare la negoziazione assistita dagli avvocati con un accordo tra i coniugi.
Non solo: i coniugi possono in determinati casi procedere di fronte all'ufficiale di stato civile, quindi il sindaco o chi ne fa le veci.
Con l'ok al dl il ministro Orlando porta a casa il primo dei provvedimenti che compongono il pacchetto giustizia.

Correlati

Potresti esserti perso