Premier Israeliano Benjamin 140917170925
SICUREZZA 6 Novembre Nov 2014 1725 06 novembre 2014

Israele: rimanga lo status quo sulla Spianata delle Moschee

Appello congiunto di Netanyahu con  il re di Giordania: «Sforzi per cambiare la situazione».

  • ...

Il premier israeliano, Benjamin Netanyahu.

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha parlato con il re di Giordania Abdallah ribadendo l'impegno di Israele a non modificare lo status quo che impedisce fra l'altro agli ebrei di pregare sulla Spianata delle Moschee di Gerusalemme, come invece vorrebbe la destra religiosa. Lo hanno riferito i media, sullo sfondo delle tensioni che da giorni investono il luogo sacro.
TRATTATO DI PACE DEL 1994. La mattina del 6 novembre l'ufficio del premier ha ribadito, dopo consultazioni di Netanyahu sulla sicurezza, che Israele è impegnato nel rispetto dello status quo sulla Spianata delle Moschee e che «chi esprime posizioni differenti lo fa a titolo personale e non come posizione del governo». La Giordania, in base al trattato di pace del 1994 con Israele, ha competenza sulla Spianata delle Moschee a Gerusalemme.
«Ho parlato oggi con il re di Giordania Abdallah e abbiamo concordato di fare insieme ogni sforzo per calmare la situazione», ha dichiarato Netanyahu rivelando il contenuto della telefonata con il monarca hascemita dedicata alle tensioni di questi giorni sulla Spianata delle Moschee e a Gerusalemme.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso