Orlando Legnini 141110172536
MAGISTRATURA 10 Novembre Nov 2014 1728 10 novembre 2014

Giustizia, Orlando: «La riforma non è punitiva»

Il ministro: «È una sfida per tutti e richiama ognuno all'esigenza del cambiamento».

 

  • ...

Il vice presidente del CSM Giovanni Legnini con il ministro della Giustizia Andrea Orlando al consiglio straordinario del Csm.

Il vice presidente del Csm Giovanni Legnini si è rivolto al ministro della Giustizia Andrea Orlando in merito alla responsabilità civile, affermando che «ogni volta che sentirà una critica» sarà «perché siamo preoccupati per la tutela dell'insopprimibile necessità di tutelare libertà, indipendenza, prestigio della magistratura». «Se non lo facessimo», ha aggiunto Legnini, «verremmo meno alla nostra funzione costituzionale»
«NESSUNO PUÒ CHIAMARSI FUORI». Il ministro Orlando ha dichiarato che la riforma della giustizia «è una sfida per tutti e richiama ognuno di noi all'esigenza del cambiamento». «Credo che nessuno possa chiamarsi fuori, nessuno può puntare il dito sulle inefficienze altrui senza prima aver esaminato le proprie», ha aggiunto il ministro della Giustizia al plenum straordinario del Csm.
Orlando ha poi assicurato che il governo «contrasterà qualunque ipotesi che possa comprimere l'autonomia del magistrato». La riforma della responsabilità civile non ha una «una finalità punitiva» nei confronti dei magistrati, ha aggiunto il ministro.

Correlati

Potresti esserti perso