Silvio Berlusconi 141103125442
POLITICA 10 Novembre Nov 2014 0800 10 novembre 2014

Italicum, Renzi pronto a rompere il patto del Nazareno

Il premier stringe sulla legge elettorale. E si apre la partita per il Quirinale.

  • ...

Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi.

Il patto del Nazareno potrebbe saltare. E a prendere questa decisione potrebbe essere Matteo Renzi. Secondo quanto riportato da Repubblica, il premier sarebbe pronto alla rottura con Silvio Berlusconi con un ultimatum per la sera del 10 novembre.
Sul piatto c'è anche la possibile elezione del presidente della Repubblica, dopo le indiscrezioni sulle dimissioni di Giorgio Napolitano.
Sulla legge elettorale, se non dovesse arrivare un segnale chiaro dal Cavaliere, Renzi è pronto a fissare nell'Italicum la soglia di sbarramento al 3%, trovando così favorevoli i partiti più piccoli, tra cui Ncd.
LA MAGGIORANZA AL SENATO. E il premier ha già iniziato a fare i conti: con la caduta del Patto, i numeri al Senato vedrebbero una maggioranza a 174, cioè con 14 senatori in più della maggioranza assoluta.
Se i tempi dovessero coincidere, analizza il quotidiano diretto da Ezio Mauro, e senza un punto di caduta già deciso prima di gennaio, si complicherebbero entrambe le partite.
«Berlusconi ha tutto l’interesse a rimanere dentro al patto. Se è così il prossimo presidente lo eleggiamo con lui sennò lo eleggiamo contro di lui. Fa una bella differenza. Non è nelle condizioni di mettere paletti», ripete Renzi. Basta, dicono a Palazzo Chigi, rafforzare il profilo antiberlusconiano della rosa di nomi. Basta, per fare un esempio, un nome come Romano Prodi. Candidatura che non è in cima ai pensieri del Pd renziano, ma «un identikit simile lo troviamo».
RISCHIO SCISSIONE. Berlusconi si dice convinto che il Pd abbia bisogno di Forza Italia, ma un eventuale cambio del progetto Italicum potrebbe essere mortale per gli azzurri. Perché con la soglia di sbarramento al 3% Fratelli d'Italia e Nuovo Centrodestra sarebbero autonomi. Senza considerare una possibile scissione interna al partito, guidata da Raffaele Fitto.

Correlati

Potresti esserti perso