Putin Obama 141110225333
SUMMIT 10 Novembre Nov 2014 2258 10 novembre 2014

Vertice Apec, Obama in pressing sulla Cina

«Rispetti i diritti umani». E rilancia la zona di libero scambio senza Pechino. Incontro con Putin.

  • ...

Barack Obama e Vladimir Putin al vertice Apec.

Barack Obama, Vladimir Putin, Xi Jinping: i leader di Stati Uniti, Russia e Cina, spesso in contrasto tra loro su importanti dossier internazionali, si sono ritrovati per un giorno accomunati almeno nell'abbigliamento. I presidenti americano, russo e cinese, infatti, insieme con gli altri capi di Stato dei Paesi dell'Asia-Pacifico, a Pechino hanno indossato una tradizionale giacca cinese color amaranto, in omaggio al Paese ospitante il vertice Apec. L'episodio è stato subito rilanciato con evidenza dai media internazionali dopo il gelo tra Washington e Mosca dei mesi scorsi dovuto alla crisi ucraina.
DIRITTI UMANI E LIBERO SCAMBIO. Nel corso del summit, Obama ha rilanciato l'idea di una zona di libero scambio regionale, la TransPacific Partnership (Tpp), e non ha risparmiato le critiche alla Cina, affermando che «deve rispettare i diritti umani e la libertà di stampa», invitandola poi ad aprire il mercato e a rendere convertibile la sua moneta, lo yuan.
CYBER SPIONAGGIO E DISPUTE MARITTIME. Ma dopo la sconfitta alle elezioni di Midterm, Obama è visto dalla Cina come un leader 'dimezzato', che non può dare molto allo sviluppo delle relazioni bilaterali. Tra i due Paesi più potenti del mondo sono infatti più i motivi di discordia che quelli di collaborazione. La questione dello spionaggio cibernetico sarà al centro delle discussioni. Lo stesso vale per l'aggressività di Pechino nel Pacifico, dove a causa delle dispute sui confini marittimi è ai ferri corti con Giappone, Vietnam e Filippine, tre Paesi alleati degli Usa.
LOTTA COMUNE AI CAMBIAMENTI CLIMATICI. La sfida è quella di riuscire a mettere in primo piano le questioni sulle quali le posizioni dei due Paesi sono ancora convergenti. Gli osservatori le indicano nella lotta ai cambiamenti climatici, nella gestione della crisi legata al nucleare della Corea del Nord e nel rilancio dell'economia internazionale. Un altro punto di convergenza potrebbe essere quello dell'integrazione regionale, sul quale i due Paesi sembrano però al momento in rotta di collisione. La Tpp infatti esclude la Cina, che ha elaborato una proposta alternativa di mercato comune regionale chiamata Free Trade Association of Asia/Pacific (Ftaap).

Correlati

Potresti esserti perso