Squinzi 141025140328
POLVERONE 11 Novembre Nov 2014 1630 11 novembre 2014

Squinzi: «Sindacati su posizioni medievali»

Polemiche dopo la frase di Confindustria. Cisl: «Noi moderni», no comment della Cgil.

  • ...

Il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi.

Botta e risposta tra Confindustria e sindacati dopo le parole del presidente degli industriali italiani Giorgio Squinzi.
L'imprendtiore in un'intervista a Il Foglio ha detto che «Non siamo un partito politico. Abbiamo raggiunto tanti accordi importanti finora perché gli imprenditori ce lo chiedevano.
Tutto diventerà più difficile con un sindacato che negli ultimi tempi si sta spostando, a proposito di lavoro e fisco, su posizioni anti storiche. Da Risorgimento, forse da Medioevo».
Pronte le repliche dei principali sindacati italiani: Cisl, Cgil e Uil.
FURLAN: «NOI MODERNI». «Non solo non siamo tornati al Medioevo, ma la Cisl è un sindacato moderno che in questi anni ha fatto accordi molto innovativi. Si sono fatte cose importanti anche se non bastano», ha risposto Annamaria Furlan della Cisl.
NO COMMENT DA CAMUSSO. Non meritano commenti le parole del presidente di Confindustria secondo il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, premettendo, in maniera ironica, «interessante... i cavalieri della tavola rotonda?».
BARBAGALLO: «SQUINZI CONTRATTI SU NOSTRE MATERIE». Infine ecco la replica del segretario della Uil in pectore, Carmelo Barbagallo: «Qualche mese fa sembrava che Squinzi condividesse con noi gran parte delle proposte per uscire dalla crisi, adesso sembra che sia stato folgorato sulla via di Damasco».
Visto che lui è così moderno venga a spiegarci a che tipo di innovative relazioni industriali pensa. Noi siamo ansiosi di apprendere ed essendo riformisti non abbiamo paura del nuovo, non chiedo concertazione, ma di contrattare sulle materie che ci riguardano, a partire dal rinnovo dei contratti», ha aggiunto il sindacalista.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso