Angelino Alfano 141105225129
TRATTATIVE 14 Novembre Nov 2014 2047 14 novembre 2014

Jobs act, Alfano: «Accordo col Pd vicino»

Il ministro dell'Interno: «Sull'articolo 18 ridurre l'intervento del giudice»

  • ...

Il ministro dell'Interno, Angelino Alfano.

Il grande gelo sembra già finito, la maggioranza di nuovo compatta. «L'accordo è in fase di conclusione», ha assicurato al Tg3 Angelino Alfano parlando delle trattative tra il Nuovo centrodestra e il Partito democratico per il Jobs act, «si stanno mettendo a punto i dettagli e sarà formalizzato dentro il parlamento».
Il nodo resta soprattutto l'articolo 18: «Si deve restringere la fattispecie in cui intervenga il giudice» e «dare i risarcimenti in modo automatico».
«FANNULLONI LICENZIABILI». Per Ncd, ha sostenuto Alfano, «il tema è uno ed è che il fannullone deve poter essere licenziato». Ma fin qui «questa fattispecie non ha funzionato e siccome con il Pd si rischia di essere alle solite, il punto essenziale è che l'articolo 18 deve andare via, si deve togliere realmente e dobbiamo restringere le fattispecie in cui intervenga il giudice», con l'obiettivo di «dare i risarcimenti in automatico nella maggior parte dei casi, perché ogni volta che è intervenuta la magistratura in Italia di fatto le cose si sono complicate nella materia del lavoro».
Alfano ha concluso: «Ieri Sacconi e i nostri si sono visti con quelli del Pd. Noi non abbiamo chiesto vertici di maggioranza che spesso diventano vertici di circostanza, a noi interessano le riunioni di sostanza, quelle dove si risolvono i problemi».

Correlati

Potresti esserti perso