Padoan 141106110333
GOVERNO 20 Novembre Nov 2014 1743 20 novembre 2014

Legge di stabilità, 400 mln ai non autosufficienti

Emendamenti alla manovra: Iva ebook al 4%. Più fondi per Made in Italy ed emergenze.

  • ...

Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan.

È ancora tempo di emendamenti per la legge di Stabilità, col governo che è corso ai ripari modificando la manovra dando più spazio agli interventi nel welfare, da una social card estesa anche agli extracomunitari all'aumento del fondo per la non autosufficienza, passando per il tanto atteso abbassamento dell'Iva al 4% per gli ebook.

Ossigeno per i disabili: fondo a 400 mln

Via libera della commissione Bilancio all'aumento da 250 a 400 milioni di euro del fondo per la non autosufficienza, compresa la Sla, per il 2015. I 150 milioni in più arrivano dal fondo per la famiglia, che passa da 298 a 148 milioni. Dal 2016 il fondo resta a 250 milioni. Lo prevedono emendamenti approvati come riformulati dal relatore.
COPERTURA DAL FONDO PER LA FAMIGLIA. In commissione sono state sollevate critiche proprio alla scelta di coprire l'intervento con il fondo per la famiglia, ma il relatore, Mauro Guerra (Partito democratico), ha precisato che «queste risorse non sono sottratte a risorse già esistenti e destinate, ma provengono da risorse aggiuntive inserite con legge di stabilità, all'interno dei 500 milioni destinati alla famiglia» con cui si finanzia anche il bonus bebè. «Il tema della non autosufficienza», ha osservato Guerra, «qualche rapporto sul sostegno alle famiglie ce l'ha».
AUMENTO PROMESSO DA DELRIO. L'aumento del fondo per la non autosufficienza era atteso e già stato annunciato dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio, dopo un incontro con i malati di Sla, che avevano avviato una protesta proprio perché consideravano troppo esiguo il finanziamento iniziale.

Un libro è un libro: Iva sugli ebook al 4%

L'Iva sugli ebook passa dal 22% al 4%, come per i libri cartacei. È arrivato il via libera dalla commissione Bilancio della Camera agli emendamenti presentati da tutti i gruppi, riformulati come l'emendamento presentato dal governo.
Le risorse del mancato gettito, pari a 7,2 milioni di euro l'anno, sono coperte dal fondo per interventi strutturali di politica economica.

Risorse al Made in Italy: 220 mln in tre anni

In arrivo altri 220 milioni di euro in tre anni per la realizzazione del piano straordinario della promozione del Made in Italy. La proposta prevede di incrementare di 130 milioni il prossimo anno, 50 nel 2016 e 40 nel 2017 le risorse destinate all'Ice per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane.

Nuovi fondi per le emergenze: 60 mln aggiuntivi nel 2015

In arrivo 60 milioni aggiuntivi nel 2015 per il fondo emergenze nazionali. Al fondo emergenze si ricorre ad esempio in caso di calamità naturali, come quelle create in queste settimane dal maltempo.

Canone Rai: la tassa potrebbe entrare in bolletta

Il governo lavora anche a un intervento sul canone Rai. Come ha spiegato il viceministro dell’Economia, Enrico Morando, l’intervento potrebbe arrivare al Senato e si potrebbe legare a quello sulle emittenti locali. L’intenzione sarebbe quella di trasferire in bolletta il pagamento del canone Rai, in chiave anti-evasione. Canone che sarebbe comunque ridotto rispetto all’attuale

Articoli Correlati

Potresti esserti perso