Renato Schifani 141108120659
PREOCCUPAZIONE 20 Novembre Nov 2014 1600 20 novembre 2014

Palermo, recapitati a Schifani lettera con minacce e proiettile

Trovata nel suo studio legale una missiva anonima. Solidarietà di Ncd.

  • ...

Il presidente del Ncd, Renato Schifani.

Brutto episodio per Renato Schifani.
L'ex presidente del Senato ha ricevuto una busta, con una lettera di minacce e un proiettile, recapitata nello studio legale di piazza Virgilio, a Palermo, che divide con il figlio e altri due soci.
MISSIVA ARRIVATA LUNEDÌ 17. La missiva è stata trovata lunedì 17 novembre, secondo quanto riporta il Giornale di Sicilia, nella buca delle lettere.
La portineria durante il weekend era rimasta chiusa.
La minaccia fa riferimento alla legge che prevede il sequestro per equivalente, voluta nel 2008 proprio da Schifani, ora senatore del Nuovo centrodestra.
Il parlamentare ha recentemente ribadito il suo impegno a favore della norma.
SCORTATO DA 5 UOMINI. In sintesi, sarebbe questo il messaggio di minacce: «Tu ci hai fatto togliere i soldi e te ne sei vantato, ma pagherai, morirai».
Schifani è scortato da cinque uomini e due auto blindate e quando è in studio c'è sempre una vigilanza nell'area, dove vige un'ampia zona rimozione.
Gli investigatori non escludono alcuna ipotesi, anche se la pista mafiosa è quella privilegiata.
SOLIDARIETÀ DA NCD. Piena solidarietà a Schifani è arrivata dai deputati Ncd.
«Le minacce e i proiettili non intimidiscono chi, come lui, profonde quotidianamente il proprio impegno nella lotta alla criminalità organizzata», hanno scritto in una nota Nino Bosco, Vincenzo Garofalo, Nino Minardo e Alessandro Pagano.

Correlati

Potresti esserti perso