Marco Stefano 141108081727
MAZZETTE 21 Novembre Nov 2014 1119 21 novembre 2014

Tangenti, conti in Svizzera del deputato Pd Marco Di Stefano

Per i pm sarebbe transitata una tangente da 1,8 milioni. Si indaga su altri tre appalti sospetti.

  • ...

Marco Di Stefano.

Nuovi guai per Marco Di Stefano, il deputato del Partito democratico già sotto inchiesta per corruzione.
Secondo quanto riportato da alcuni quotidiani ci sarebbero alcuni conti in Svizzera direttamente riconducibili a lui. «Sarebbero la prova», ha scritto il 21 novembre Repubblica, della bustarella intascata dall'allora assessore regionale al Demanio, oggi deputato dem». Si parla di conti sui quali sarebbero transitati anche 1,8 milioni di euro «pagati dai costruttori Antonio e Daniele Pulcini a Di Stefano perché scegliesse come nuova sede di Lazio Service, partecipata della Regione al 100 per cento, i loro palazzi all'Eur». I pm stanno analizzando anche altri tre appalti sospetti, che portano la firma di Di Stefano in qualità di assessore.
AMICO SCOMPARSO SENZA LASCIARE TRACCE. A parlare di mazzette da centinaia di migliaia di euro e dei retroscena su quegli appalti è stato Bruno Guagnelli, fratello del braccio destro di Di Stefano, Alfredo, «misteriosamente scomparso 4 anni fa». Dichiarazioni che per il momento non hanno ancora trovato riscontro. «Entro un mese», ha scritto Il Corriere della Sera, il fascicolo potrebbe essere chiuso con la richiesta di rinvio a giudizio, svelando nuovi ed inediti retroscena».

Correlati

Potresti esserti perso