Stefano Fassina 140104200559
ATTACCO 22 Novembre Nov 2014 1554 22 novembre 2014

Fassina: «Il Pd di Renzi vicino agli interessi forti»

Il deputato dem: «Sul Jobs Act soluzione insoddisfacente, quella di renzi è un'innovazione regressiva».

  • ...

Stefano Fassina.

Nuovo attacco di Stefano Fassina all'indirizzo di Matteo Renzi. «Questo Pd mi preoccupa», ha dichiarato il segretario dem, «perché è sempre più in linea con gli interessi più forti e meno vicino agli interessi e alle domande delle persone che cercano lavoro e che sono precarie».
«CONTRASTO VIRTUALE». Sul Jobs Act il Pd non ha presentato alcun emendamento, ma per l'esponente della minoranza dem non vuol dire che la mediazione abbia convinto tutti: «La soluzione trovata non è soddisfacente. Rimane un intervento che fa arretrare le condizioni del lavoro e la parte che dovrebbe contrastare la precarietà è puramente virtuale e senza risorse».
«Presentare emendamenti, dati i numeri in aula alla Camera, non avrebbe avuto senso», ha spiegato Fassina. «Sarebbe stato solo un modo per ritardare. Esprimeremo la nostra valutazione negativa nel voto che si farà sul provvedimento».
«INNOVAZIONE REGERESSIVA». E ancora: «Il tentativo di Renzi è un'innovazione regressiva. È evidente che il cambiamento è necessario, ma dev'essere un cambiamento progressivo. Invece l'innovazione proposta da Renzi è solo un'illusione: l'illusione che svalutando il lavoro si possa generare crescita e ripresa».

Correlati

Potresti esserti perso