Europa 141020064330
BRUXELLES 23 Novembre Nov 2014 2008 23 novembre 2014

Stabilità, giudizio finale Ue rinviato al 28 novembre

Rimandato vertice dei commissari. Tiene il patto sull'Italia. Tensioni su Parigi.

  • ...

L'esterno del Palazzo Berlaymont, sede della Commissione Ue.

Promossi con riserva. La Commissione europea sembra pronta a dare il via libera alla legge di Stabilità italiana, ma i giudizi finali sulle finanziarie dei Paesi Ue sottoposte il 22 novembre ai capi di gabinetto della Commissione, dovrebbero arrivare venerdì 28 novembre. In quella data, infatti, andranno all'esame politico al massimo livello nel collegio dei commissari convocato appositamente. Il rinvio secondo fonti Ue è dovuto all' «agenda fitta» dei commissari.
TIENE INTESA SULL'ITALIA. La valutazione della finanziaria presentata dalla Francia, in particolare, «dovrà essere discussa venerdì dal collegio dei Commissari», ovvero dal più alto livello politico dell'esecutivo Ue. Fonti diplomatiche confermano la 'tenuta' dell'accordo sull'Italia, che non sarà sottoposto a procedure, ma sarà tra i sei paesi «rimandati» a marzo. E mettono invece nel mirino il governo di Parigi.
FRANCIA «TUTTO DA DISCUTERE». Oltre a Francia, Italia e Belgio - confermati dalle fonti - tra i sei paesi ci sarebbero anche Spagna, Portogallo e Austria. La valutazione sul bilancio di Parigi, però, «è ancora tutta da discutere». Nei giorni scorsi il Commissario tedesco, Gunther Oettinger, ha apertamente attaccato la Francia in un editoriale pubblicato sul Financial Times. Non sarebbe credibile estendere la scadenza sul rientro del deficit francese senza chiedere al governo chiari e concreti impegni» aveva detto.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso