Palazzo Chigi 141003191727
RIFORME 26 Novembre Nov 2014 1155 26 novembre 2014

Stabilità, tetto alle pensioni d'oro dal 2015

Via libera della Commissione Bilancio a un emendamento del governo che rivede la legge Fornero.

  • ...

Palazzo Chigi, sede del governo.

Arriva l'atteso tetto alle pensioni d'oro dei funzionari pubblici: si applicherà su tutti i trattamenti pensionistici, anche quelli già liquidati, ma a decorrere dal 2015.
COMPROMESSO NEL GOVERNO. La proposta di modifica che introduce un tetto alle pensioni d'oro, approvata durante l'esame della Legge di stabilità, è il risultato di un compromesso all'interno del governo.
La proposta originaria presentata in commissione Bilancio dall'esecutivo non fissava un paletto temporale alla norma. La misura iniziale era retroattiva e si sarebbe dunque prestata, secondo alcuni, a numerosi ricorsi in quanto incostituzionale perché toccava i diritti acquisiti. Dopo un lungo braccio di ferro si è giunti alla mediazione così come formalizzata da un subemendamento, che fa scattare il tetto all'assegno previdenziale solo dal prossimo anno.
LIMITE CON SISTEMA MISTO. La proposta di modifica approvata si applica a grand commis, medici, professori universitari e introduce un limite ai trattamenti pensionistici calcolati secondo il sistema misto: prevede che «in ogni caso l'importo complessivo del trattamento pensionistico non può eccedere quello che quello che sarebbe stato liquidato con l'applicazione delle regole di calcolo vigenti» prima dell'entrata in vigore della riforma Fornero delle pensioni.
La soluzione identificata è stata quella di salvare gli assegni già elargiti, modificando invece quelli che saranno distribuiti dal 2015.
Dal primo gennaio dunque l'importo della pensione non potrà essere superiore a quello che sarebbe stato erogato con il vecchio sistema retributivo.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso