Angelino Alfano 141127094557
POLITICA 27 Novembre Nov 2014 0945 27 novembre 2014

Alfano: «Alleanza Berlusconi-Salvini dà voti all'estrema destra»

Il leader di Ncd chiude al Carroccio. E dice stop agli immigrati. Maroni: «Cazzate su di noi».

  • ...

Il leader di Ncd, Angelino Alfano.

Non c'è pace dentro il centrodestra. Mentre si susseguono voci di possibili primarie per la scelta del leader, anche se Silvio Berlusconi non sembra intenzionato a seguire questa strada, c'è chi, come Angelino Alfano, non è ancora convinto dei possibili alleati. Al Nuovo centrodestra, infatti, non piace l'idea di unirsi alla Lega Nord, tanto che il ministro dell'Interno ha messo in guardia l'ex Cavaliere: «Se Fi va appresso a Matteo Salvini», è la tesi di Alfano espressa a Radio Anch'io, «i suoi voti andranno alla destra estrema oppure a noi» (il governatore della Lombardia Roberto Maroni ha però definito «cazzate» le parole del ministro).
Quindi il leader di Ncd ha precisato che «non è possibile immaginare un centrodestra guidato dalla destra estrema, non sarebbe un centrodestra, in Europa e nel mondo non esiste una coalizione così».
SÌ ALLE PRIMARIE. Alfano ha poi spiegato di volere una formazione «che non voglia abolire l'euro e uscire dall'Europa e da Schengen». Anche se, ha detto, «la scelta della leadership deve avvenire da parte della gente». Ecco quindi il sostegno alle primarie: «Non può esserci un sorteggio, né il lancio della monetina, né può scegliere uno solo per tutti gli altri», è l'idea del ministro in linea con la tesi di Raffaele Fitto che ha scatenato lo scontro dentro Fi.
«Non posso mettere indietro le lancette del mio orologio politico e rientrare in Fi», ha precisato Alfano, aggiungendo di «guardare da fuori» quanto accade nel partito dell'ex Cavaliere e lasciando che «loro se la giochino da dentro».
POLITICHE DI DESTRA. «Noi siamo dentro il Ppe, siamo stati ammessi e siamo contenti di questo», ha continuato il ministro, che ha spiegato come «dentro il governo» Ncd faccia «cose tipiche del centrodestra»: «Abbiamo realizzato l'abolizione dell'articolo 18, dato mezzo miliardo alle famiglie, voluto la detassazione totale delle assunzioni, lottiamo per la responsabilità civile dei magistrati e per combattere l'occupazione abusiva delle case».
NCD ARGINE A GRILLO. Secondo il ministro, la sua formazione ha «salvato la legislatura da Beppe Grillo», perché «1,2 milioni di cittadini hanno votato per Ncd alle europee» e alle regionali hanno ottenuto «il 9% in Calabria campando a zero euro di finanziamento pubblico».
«Soprattutto», ha aggiunto Alfano, «con un atto dolorosissimo, rompendo il Pdl, abbiamo fatto un'enorme cortesia e un atto di coraggio evitando di consegnare il Paese a Grillo».
ATTACCHI ALLA LEGA. Ma è la Lega il bersaglio preferito del leader di Ncd: «Chi a Sud pensa che potrebbe votare il Carroccio dovrebbe ricordarsi che loro non credono nella patria, nell'identità nazionale e ha sempre offeso il Meridione e i siciliani e a Milano voleva fare bus per soli milanesi». Poi Alfano ha anche aggiunto che ora la Lega al Sud fa «un processo di cosmesi», ma con il partito di Salvini «sarebbe ancora più solo e più debole».
Inoltre il ministro ha precisato che «se non si vuole un'Italia xenofoba e che vota Lega, non possiamo accogliere tutti gli immigrati»: «L'Italia è un Paese accogliente ma stanco e con l'eccesso di accoglienza si alimenta il razzismo».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso