Movimento Stelle Grillo 141201062540
TERREMOTO 2 Dicembre Dic 2014 2130 02 dicembre 2014

Grillo: Renzi fa scouting nel M5s per il Colle

Sul blog: «Telefonate del premier per ottenere voti». I dissidenti? «Metastasi delle organizzazioni». 

  • ...

Beppe Grillo.

Il leader M5s Beppe Grillo irritato dopo lo 'scouting' del premier Renzi tra i dissidenti grillini per cercare una sponda sulle riforme e sull'elezione del presidente della Repubblica, ha 'avvertito' i dissidenti con un post sul suo blog.
Grillo li ha definiti le «metastasi delle organizzazioni», vere e proprie «cellule cancerose» che, ha affermato, prendono «le distanze dalle cellule loro simili e si diffondono rapidamente» fino a «divorare» il loro terreno di coltura. Ma l'attacco mirato, quello che fa stilando una vera e propria 'black list', nascosta dietro a una canzone di Nino Ferrer, sono i 'dissidenti' che potrebbero rispondere 'al telefono' al premier. Il pretesto è la vera telefonata che Matteo Renzi ha fatto a Massimo Artini per manifestargli solidarietà per la sua espulsione e che Piazza Pulita ha mandato in onda.
CANZONE DEDICATA A RENZI. «Continuano incessanti le telefonate di scouting di Renzie agli eletti nel M5s per raggranellare i voti per eleggere il nuovo presidente della Repubblica», ha premesso Grillo prima di dedicare al premier «un omaggio a Nino Ferrer», che ha riscritto il testo della canzone inserendoci espliciti riferimenti a noti 'dissidenti'. «Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti forse è puramente casuale», ha ironizzato il leader M5s citando Luis Orellana («Orellana è venezuelana»), Adele Gambaro («Adele, sua sorella, fa la sentinella») e poi, ancora, Lorenzo Battista, Giovanni Favia, Andrea De Franceschi, il sindaco di Comacchio Marco Fabbri («Mariarosa è provinciale ed è rimasta a Comacchio»). Poi c'è «Federica. Ha un inceneritore, sta facendo un giro in bicicletta e suona la campanella», ha cantato Grillo riferendosi a Federico Pizzarotti.
BUFERA PER LA TELEFONATA CON ARTINI. Insomma gli ammiccamenti del premier ai Cinque Stelle sono un fatto che Grillo e Casaleggio hanno preso sul serio. Il blog ha pubblicato un intervento del 'giurista' di riferimento del Movimento, Aldo Giannuli, che ha parlato del rinvio dell'elezione dell'ultimo giudice per la Consulta per spiegare che serve ai partiti del Nazareno per evitare che si trasformi in una difficile prova generale per il Quirinale e la «conferma del carattere determinante dei voti del M5s». Che il tema sia caldo è emerso anche dalla bufera provocata dalla telefonata di Renzi ad Artini che gioca però a vantaggio del M5s. «Chi ha ascoltato la telefonata di Renzi all'ex portavoce M5s Artini ha capito come funziona il Palazzo», ha spiegato Alessandro Di Battista. Mentre Paola Taverna: «Sentire la telefonata di Matteo Renzi ad Artini che scodinzola e ringrazia, non ha prezzo. Per tutto il resto c'è Movimento 5 Stelle..».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso