Yair Lapid Israele 130123094016
ESTERI 2 Dicembre Dic 2014 1217 02 dicembre 2014

Israele verso le elezioni anticipate

La crisi di governo si aggrava. E con il voto si prospetta un esecutivo più conservatore.

  • ...

Yair Lapid, leader del movimento Yesh Adit.

In Israele la crisi del governo Netanyahu si aggrava e le elezioni anticipate si avvicinano. L'incontro di chiarimento tra il primo ministro e il leader centrista, e ministro delle finanze, Yair Lapid è andato male. «Netanyahu», ha detto Lapid, «sta portando Israele a elezioni non necessarie».
L'1 dicembre Netanyahu aveva sottolineato che «quei ministri che attaccano il governo e i loro leader stanno tentando di rimpiazzare la composizione e il primo ministro del governo in cui siedono».
LAPID: «NETANYAHU IRRESPONSABILE». Sono arrivate subito critiche da esponenti del governo di Tel Aviv. «Netanyahu è un irresponsabile», ha detto il ministro delle finanze e leader centrista Yair Lapid secondo cui il premier «preferisce un accordo con gli ultraortodossi per anticipare le elezioni rispetto agli interessi di una parte più grande degli israeliani. Gli israeliani comprendono ora», ha aggiunto, «che alla guida del governo c'è un primo ministro che non mantiene le sue promesse e che preferisce la sua personale sopravvivenza ai loro interessi».
LIVNI FAVOREVOLE. Secondo il ministro della Giustizia Tizpi Livni, invece, «le elezioni anticipate serviranno a rimpiazzare un governo di estremismo, volontà di provocazione e paranoia. Un governo che non sa combattere il terrorismo sostenendo al tempo stesso sionismo e libertà. Netanyahu», ha chiosato, «mette parti di Israele l'una contro l'altra».

Correlati

Potresti esserti perso