INIZIATIVA 9 Dicembre Dic 2014 1722 09 dicembre 2014

Mario Borghezio, il suo presepe al parlamento europeo

L'europarlamentare: «Un messaggio per tutti, a prescindere dal credo». Foto.

  • ...

L'europarlamentare della Lega Nord, Mario Borghezio, ha fatto il presepe (foto).
Non a casa sua, ma nelle «vicinanze dell'Aula del parlamento europeo di Bruxelles», come ha spiegato lui stesso martedì 9 dicembre. E ha proposto che ogni anno sia uno Stato europeo a occuparsi dell'allestimento della Natività.
Un segnale, anzi un messaggio, «rivolto a tutti»: «Il bel presepe che abbiamo allestito nelle vicinanze dell'Aula del parlamento europeo di Bruxelles vuol essere un messaggio rivolto a tutti, quale che sia il loro credo religioso. Contrariamente a quanti, come certe autorità scolastiche bergamasche, ritengono di doverlo proibire. Pensando, nella loro ignoranza, che sia un fattore di esclusione».
«FAMIGLIA DI PADRE, MADRE E FIGLIO». Borghezio ha proseguito così: «Invece noi riteniamo, come ha scritto oggi Marcello Veneziani, che 'il presepe è il sacro ad altezza d'uomo, di santità a domicilio, di spiritualità che si fa carne, popolo e paesaggio'. Oltre a consacrare la famiglia composta da padre, madre e figlio. Nel ricordo celebrativo del centenario della morte di San Pio X, abbiamo chiesto ed ottenuto la presenza benedicente, oggi alle 16.30, del Superiore Generale della Fraternità San Pio X, monsignor Bernard Fellay». Fellay ha benedetto il presepe, ricordando come le radici dell'Unione europea si fondino proprio sul cristianesimo.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso