Civati Triste 140927215907
SFOGO 15 Dicembre Dic 2014 1700 15 dicembre 2014

Civati: «Con elezioni in primavera non mi candiderò nel Pd»

Lettera del dissidente dem: «Lavoro per unire forze di sinistra. Prodi da Renzi è finalmente segnale positivo».

  • ...

Pippo Civati.

Il 'dissidente' del Pd ha messo le cose in chiaro: con elezioni anticipate lui abbandona il partito.
A parlare è Pippo Civati, che in una lettera pubblicata sul suo sito ha spiegato che «se il segretario del Pd, come credo, vorrà andare al voto nella prossima primavera con il programma degli ultimi tre mesi, non mi candiderò con il Pd».
SFORZO PER CENTROSINISTRA ALTERNATIVO. «Lavorerò per unire tutte le forze di sinistra di questo Paese per ricostruire un centrosinistra alternativo alla destra, cosa totalmente diversa dal 'partitodellanazionedeltuttidentro' sulla base di un patto scritto e dichiarato, l'unico testo scritto della politica italiana contemporanea», ha ribadito Civati.
VOTO LEALE. Il politico monzese ha poi spiegato che «nei prossimi mesi, come già in questo autunno, voterò lealmente verso gli elettori le cose che trovo giuste ma non c'è proprio niente di tattico, non è un calcolo, non è un giochino, non è una minaccia».
«È semplicemente la presa d'atto che le mie preoccupazioni di un anno fa verso le larghe intese si sono addirittura aggravate», ha chiosato Civati.
Infine un accenno alla corsa per al Quirinale: «Abituati a vedere entrare a Palazzo Chigi Berlusconi, non si può non registrare un cambio di passo. L'incontro di Prodi con Renzi è un bel segnale, finalmente una nota positiva».

Correlati

Potresti esserti perso