Salvini 141215103548
INTENZIONI DI VOTO 15 Dicembre Dic 2014 1030 15 dicembre 2014

Sondaggio Ixè: cresce la Lega, Pd e M5s in calo

Il Carroccio raddoppia rispetto alle Europee. E si assesta all'11,2%. Sale il partito dell'astensionismo.

  • ...

Il leader della Lega Nord, Matteo Salvini.

Calano Partito democratico e Movimento 5 stelle, sale la Lega Nord.
A scattare le nuove intenzioni di voto è Ixè per Agorà (RaiTre): secondo i sondaggi, i dem del premier Matteo Renzi hanno perso lo 0,3% in una settimana. E l'identico calo è stato evidenziato per i pentastellati.
GOVERNO DELUDE. Il Pd, tuttavia, resta il primo partito con il 38,1%, seguito proprio dal M5s al 18,6%.
Eppure il 50% degli italiani s'è detto non soddisfatto dall'azione del capo del governo e dell'atteggiamento dell'esecutivo nei confronti della corruzione: il 41% ha dato un voto positivo al premier, mentre il 9% non s'è espresso.
LA LEGA RADDOPPIA. Prosegue, invece, il balzo del Carroccio che rispetto alle elezioni europee quando raccolse il 6,2% è arrivato all'11,2%, incassando l'1,1% rispetto alle rilevazioni del 5 dicembre.
Sale anche la quota del 'non voto', che in sette giorni è passata dal 36,8% al 37,3%.
SALVINI PIACE AL SUD. Inoltre, in attesa di capire quali saranno il nome e il simbolo della Lega per conquistare voti al Sud, grazie a una formazione politica lanciata ad hoc, il sondaggio Ixè ha evidenziato come il il 14% degli elettori meridionali (più isole) potrebbe appoggiare la nuova avventura politica del segretario leghista Matteo Salvini. Anche se il 58% ha dichiarato di non voler votare la 'Lega del Sud'.

  • Titolo del sondaggio: situazione politica; tema del sondaggio: politica; soggetto realizzatore: Ixè Committente e acquirente: Agorà-RaiTre; data di esecuzione: 13 dicembre 2014; metodologia di rilevazione: sondaggio Cati-Cami su un campione casuale probabilistico stratificato di 1.000 soggetti maggiorenni (su 7.416 contatti complessivi), di età superiore ai 18 anni.
    Tutti i parametri sono uniformati ai più recenti dati forniti dall'Istat. I dati sono stati ponderati al fine di garantire la rappresentatività rispetto ai parametri di sesso, età e macro area di residenza Margine d'errore massimo: 3,1%.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso