Denis Verdini Legge 140117182006
POLITICA 17 Dicembre Dic 2014 0840 17 dicembre 2014

Forza Italia, Denis Verdini verso le dimissioni

Il responsabile organizzativo lascrebbe a fine anno. E crollano i tesseramenti.

  • ...

Denis Verdini e l'ex premier Silvio Berlusconi in Senato.

Che Forza Italia sia caduta in una profonda crisi non è una novità. Il partito di Silvio Berlusconi ha registrato un crollo dei consensi, un tonfo dei tesseramenti (si parla di soli 50 mila iscritti) e di un deficit da quattro milioni di euro, che tra le conseguenze ha avuto il licenziamento collettivo di 55 dipendenti.
«ADDIO A FINE ANNO». E l'ultima tegola sulla testa del leader sarebbe l'addio di una delle pedine fondamentali del partito: il responsabile organizzativo Denis Verdini.
Come riportato da Repubblica, Verdini dovrebbe lasciare la carica a fine anno. «Se questa volta lo fa per davvero, è solo per evitare imbarazzi al partito, per questioni personali e giudiziarie» ha raccontato chi lo conosce bene e lo frequenta.
E questa volta le dimissioni potrebbero essere definitive. Dai rumors interni al partito si è capito che l'ex Cavaliere sarebbe intenzionato ad accettarle.
Da un lato ci sono anche le pressioni del capogruppo alla Camera Renato Brunetta, che da tempo - e quotidianamente - critica il patto del Nazareno, di cui Verdini è tessitore. La sua posizione così, all'alba dell'elezione del nuovo presidente della Repubblica, diventa sempre più scomoda.
IL CAV CERCA DI SERRARE LE FILA. L'obiettivo di Berlusconi ora è cercare di tenere unito il partito, o ciò che ne rimane. Il 16 dicembre ha invitato a una cena frugale il gruppo dei deputati, il 17 è il turno dei senatori.
Ma se si cerca di fare squadra nella politca nazionale, i problemi veri per Forza Italia sono sul territorio. Buona parte di quei 50 mila tesserati arriva dalle classiche roccaforti, in primis Veneto e Lombardia, mentre altrove il crollo è dramattico. Come a Roma, dove a settembre gli iscritti erano a malapena 2 mila.

Correlati

Potresti esserti perso