Rossi Berlusconi 141218072201
SOLDI PUBBLICI 18 Dicembre Dic 2014 0720 18 dicembre 2014

Crisi Forza Italia, appello per ripristinare i contributi pubblici

Appello del tesoriere del partito del Cav: «Errore eliminarli, ripristinarli subito».

  • ...

Mariarosaria Rossi con Silvio Berlusconi.

Forza Italia rimpiange i vecchi tempi. E, soprattutto, il finanziamento pubblico ai partiti.
A chiedere a gran voce il ritorno dei contributi è stata la fedelissima di Silvio Berlusconi Mariarosaria Rossi, tesoriere di Fi, sempre più alle prese con i conti in rosso della formazione dell'ex Cavaliere.
SÌ AI SOLDI PUBBLICI. Intervistata da La Stampa, la responsabile delle casse del partito ha precisato che eliminare il finanziamento pubblico «è stato un errore» e ha proposto di «rimediare»: «La decisione ha messo a rischio la sopravvivenza di un'istituzione indispensabile per la democrazia», ha detto Rossi. Che ha fatto appello a Berlusconi affinché si «faccia promotore di un confronto serio con le altre forze politiche per reintrodurre qualche forma di finanziamento pubblico».
FLOP DEL TESSERAMENTO. D'altra parte, il partito dell'ex Cavaliere deve far fronte a una profonda crisi, condizionata anche dal flop del tesseramento, anche se la stessa Rossi ha smentito i numeri deludenti di Forza Italia: «Sono solo il frutto di una spietata fantasia», ha detto il tesoriere di Fi, che sta aspettando il «conteggio esatto dei bollettini pagati entro il 15 dicembre».
COLLE, RISPETTARE I PATTI. Nell'intervista al quotidiano diretto da Mario Calabresi, la fedelissima di Berlusconi ha anche ribadito che la scelta del successore del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano «dovrebbe essere il compimento logico della dinamica di collaborazione tra forza politiche avverse inaugurata con il patto del Nazareno». Anche se poi Rossi ha precisato che «non è importante il metodo», quanto l'elezione della «persona giusta per essere garante della Costituzione e degli italiani».

Correlati

Potresti esserti perso