Grasso 141219130727
POLEMICA 20 Dicembre Dic 2014 1845 20 dicembre 2014

Stabilità, Grasso risponde a Grillo: «Sono abituato alle critiche»

Il presidente del Senato accusato per la gestione dell'Aula durante il voto del ddl Stabilità: «Mio compito è far votare quello che la maggioranza mette insieme per far andare avanti il Paese».

  • ...

Il presidente del Senato, Pietro Grasso.

Il presidente del Senato Pietro Grasso sabato 20 dicembre ha risposto al post di Beppe Grillo «Dittatura con la vaselina», in cui il leader del Movimento 5 stelle lo ha criticato per la gestione dell'aula di Palazzo Madama durante l'approvazione notturna del disegno di legge Stabilità. «Sono abituato per la mia precedente professione a tenere conto del dissenso», ha detto Grasso, «le critiche possono arrivare, l'importante è che si riconoscano gli obiettivi raggiunti. Il mio compito è far votare in Aula quello che la maggioranza mette insieme per far andare avanti il Paese».
ITALICUM: «UN PUNTO DI PARTENZA». Per quanto riguarda invece la riforma elettorale, la cui discussione è destinata a iniziare in Senato il 7 gennaio 2015, per Grasso si tratta di «un dato politico. È un punto di partenza, serve a dire che l'Aula è pronta per iniziare. Noi speriamo che da qui al 7 si possa trovare una condivisione per andare avanti celermente».
CONCERTO DI NATALE CON I RAGAZZI DELLE PERIFERIE. «Abbiamo voluto portare i ragazzi di periferia qui, dentro il palazzo, per farli sentire più vicini alle istituzioni in attesa che le istituzioni si occupino delle loro periferie», ha spiegato poi Grasso, assistendo a Palazzo Madama all'anteprima del Concerto di Natale con i cantanti del gruppo vocale Il Volo. Al concerto hanno partecipato ragazzi di diverse scuole dei Quartieri Spagnoli di Napoli e delle periferie romane: Tor Sapienza, Tor Pignattara, Corviale. Presenti anche i bimbi con i guanti bianchi della Scuola per Sordi Magarotto, che hanno preso parte allo spettacolo. «Vogliamo mostrare a questi ragazzi che giovani come quelli de Il Volo sono riusciti a realizzare i loro sogni», ha concluso il presidente del Senato.

Correlati

Potresti esserti perso