Interview Franco Corea 141221154426
IL CASO 21 Dicembre Dic 2014 1546 21 dicembre 2014

Sonyleaks, Obama: «è stato un atto di cyber-vandalismo»

La Corea del Nord potrebbe essere reinserita nella lista dei Paesi terroristici. 

  • ...

Un cartellone del film The Interview per le strade di Venice, in California.

La Corea del nord ha nuovamente minacciato rappresaglie contro la Casa Bianca e altri obiettivi Usa se gli Stati Uniti prenderanno misure nei suoi confronti dopo l'attacco hacker alla Sony Pictures. «Risponderemo in modo proporzionale nel momento, nel luogo e nel modo che sceglieremo», ha fatto sapere la Commissione nazionale di difesa.
PER OBAMA È «VANDALISMO CIBERNETICO». Poco prima il presidente americano Barack Obama aveva dichiarato che l'attacco informatico alla Sony Pictures attribuito dagli Usa alla Corea del Nord è stato un atto di 'vandalismo' cibernetico e non di guerra. Parlando alla Cnn, Obama ha detto «no, non penso che sia stato un atto di guerra. Penso che sia trattato di un atto di cyber-vandalismo risultato molto costoso. Lo prendiamo molto sul serio», ha aggiunto, secondo anticipazioni del testo dell'intervista.
«IL FILM NON ANDAVA CANCELLATO». «Non saremo intimiditi dagli attacchi degli hacker», ha poi aggiunto il presidente Usa. Obama ha poi insistito che il film The Interview non andava cancellato. «Avrei preferito che mi avessero consultato», ha ribadito il presidente riferendosi alla decisione della Sony.
The Interview è una commedia con James Franco e Seth Rogen che racconta un piano della Cia per assassinare il leader Kim Jong-Un. L'uscita della pellicola è stata bloccata definitivamente dopo le minacce in stile 11 settembre ricevute con un video da parte dei 'Guardiani della Pace'.

Correlati

Potresti esserti perso