Regione Emilia Romagna 131123084330
OPERAZIONE 23 Dicembre Dic 2014 1015 23 dicembre 2014

Spese pazze Emilia Romagna, sequestrati 1,2 milioni

Confiscati immobili e crediti a otto capigruppo della Regione. Contestate varie uscite.

  • ...

L'esterno del palazzo della Regione Emilia Romagna a Bologna.

Blitz della Guardia di finanza nella Regione Emilia-Romagna.
Le fiamme gialle, su delega della procura Regionale della Corte dei Conti regionale, hanno sequestrato beni immobili e crediti di natura retributiva, di indennità e/o pensionistica nei confronti di otto capigruppo dell'assemblea legislativa, per coprire un danno patrimoniale di 1,2 milioni di euro.
CHIUSA INCHIESTA PENALE. Le verifiche amministrativo-contabili hanno riguardato le spese sostenute dai singoli gruppi consiliari dell'assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna nel 2012.
L'inchiesta penale si è già chiusa con 41 avvisi di fine indagine ad altrettanti consiglieri regionali.
Al termine degli accertamenti è stato appurato, viene precisato dalle Fiamme gialle, che i contributi a carico del bilancio regionale erano stati utilizzati dai rispettivi gruppi per spese ritenute non inerenti all'attività istituzionale e al funzionamento del gruppo stesso.
TRA SPESE TAXI E ALBERGHI. Tra le voci di spesa contestate dalla magistratura contabile, estratte dalla documentazione sequestrata dalla procura di Bologna nell'ottobre del 2012, figurano, tra gli altri, i costi sostenuti per il pagamento di taxi, auto, autostrade, treni, pasti, alberghi, giornali e consulenze, i quali, per la loro natura e per la loro documentazione carente, sono stati giudicati privi di giustificazione e collegamento con l'attività istituzionale del gruppo.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso