Brunetta 140423140710
POLEMICA 31 Dicembre Dic 2014 1511 31 dicembre 2014

Il Mattinale contro Napolitano: «Novennato incostituzionale»

Il Mattinale attacca il presidente della Repubblica: «Ha favorito ottimati intrisi di comunismo».

  • ...

Renato Brunetta.

L'ora del messaggio alla nazione di Giorgio Napolitano si avvicina. E l'opposizione affila i coltelli. Mentre Movimento 5 stelle e Lega hanno optato per il boicottaggio, tra contro-discorsi e amarcord alla radio, da Forza Italia è arrivato l'ennesimo attacco al presidente della Repubblica.
«BILANCIO AMARISSIMO». «Siamo certi che Napolitano sarà commosso stasera, quando saluterà gli italiani», ha esordito il Mattinale. «E non dubitiamo della sincerità dei suoi sentimenti di rimpianto. Noi no. Nessun rimpianto. Gli auguriamo 100 anni di vita serena. Ma siccome li auguriamo soprattutto agli italiani, non ci esimiamo da un bilancio amarissimo perché non ci sia nessuno che raccolga l'eredità quirinalizia di questo elegante signore delle nostre sventure. Così no, così mai più: è stato un novennato fuori dalla Costituzione».
«STABILITÀ CONTRO BERLUSCONI». Secondo il gruppo Forza Italia della Camera dei deputati, «le grandi qualità intellettuali dell'uomo sono state spese per consacrare un'idea di Stato il cui riferimento morale e materiale non è stata la democrazia occidentale e liberale, dove si vota ed a scegliere è il popolo, ma un manipolo aristocratico di ottimati intrisi di comunismo o ad esso proni, il cui scopo supremo è il perpetrare se stessi. Questo è stato il valore supremo, la stella polare di Giorgio Napolitano: la stabilità. Ma non la stabilità nel segno della democrazia, ma la stabilità del cimitero dove a essere seppellita è stata la sovranità popolare. Da che cosa è stata caratterizzata questa stabilità? Sin dall'inizio c'è stata una parola d'ordine implicita, sottaciuta: eliminare Berlusconi. Stabilità contro Berlusconi».

Correlati

Potresti esserti perso