Renzi Napolitano 141219183004
POLITICA 31 Dicembre Dic 2014 2130 31 dicembre 2014

Renzi a Napolitano: «Nove anni di autorevolezza»

Le reazioni della politica al discorso alla Nazione. Salvini: «Penoso». Grasso: «Parole dure ai corrotti».

  • ...

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il premier Matteo Renzi.

Il discorso di Napolitano alla nazione divide la politica. Da un lato gli attacchi di Grillo, Salvini e Brunetta. Dall'altra il miele di Renzi.
«Nove anni di servizio, autorevolezza, responsabilità. Un Presidente cui oggi possiamo solo dire 'grazie Giorgio'», ha scritto il premier su Twitter accompagnando il messaggio con l'Hashtag #mettiamocelatutta.
SALVINI: «NON UNA PAROLA SU MARÒ E CLANDESTINI». «Da Napolitano un discorso penoso e da bocciare su tutta la linea», è il controcanto del segretario della Lega. «Neanche una parola sui marò» o «su una immigrazione clandestina folle. Neanche una autocritica sui disastri della Legge Fornero. Discorso vuoto. L'unica cosa che ho apprezzato la conferma delle sue dimissioni a breve», ha dichiarato Salvini.
GRASSO:«PAROLE DURE CONTRO I CORROTTI». Il presidente del Senato Pietro Grasso ha invece elogiato la condanna del capo dello Stato ai corrotti. «Durissime le parole del presidente contro gli 'italiani indegni', i corrotti, e quel 'sottosuolo marcio e corrosivo della società' che ci chiede di 'bonificare': parole forti alle quali il parlamento dovrà dare seguito con azioni e scelte legislative di pari livello».
BOLDRINI: «L'ITALIA SI RICONOSCE IN LUI». «Il Paese ancora una volta in più si riconosce nel Presidente Napolitano, anche per le parole così giustamente dure pronunciate sulla corruzione nella società e nelle istituzioni», ha invece sottolineato il presidente della Camera Laura Boldrini.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso