Roma Attentato Partito 150104105035
CRONACA 4 Gennaio Gen 2015 1030 04 gennaio 2015

Mafia Roma, attentato alle sede Pd di Coratti

Esplosione nella notte all'ufficio del politico indagato e autosospesosi.

  • ...

Attentato incendiario nella notte tra sabato 3 e domenica 4 gennaio nella sede del Pd-ufficio politico di Mirko Coratti, l'ex presidente dell'Assemblea capitolina indagato nell'inchiesta su Mafia Capitale e autosospeso dal Partito. L'esplosione si è verificata intorno alle 3 in via della Bufalotta a Roma. La deflagrazione ha danneggiato il locale, distrutto la serranda esterna e infranto i vetri di alcuni appartamenti vicini e di un bar. Nessuno è rimasto ferito.
TROVATE TRACCE DI LIQUIDO INFIAMMABILE. Secondo quanto si è appreso, all'interno del locale sono state trovate tracce di liquido infiammabile versato presumibilmente da una finestra posteriore. L'esplosione ha parzialmente distrutto una parete interna e danneggiato alcune auto in sosta davanti alla sede. Sul posto vigili del fuoco, carabinieri della stazione Talenti e del Nucleo Investigativo di Roma.
Al momento si ipotizza che i responsabili abbiano versato all'interno della sede del liquido infiammabile forzando una finestra posteriore e che l'esplosione sia stata generata dai vapori. Il boato è stato fortissimo ed è stato avvertito anche in altre strade del quartiere. Secondo quanto si è appreso, poco prima i pompieri erano intervenuti in zona per tre cassonetti in fiamme.
GLI ISCRITTI: «VOLEVAMO TOGLIERE L'INSEGNA COL NOME CORATTI». Nella mattinata di domenica 4 gennaio in strada, nei pressi dell'edificio che si estende su un unico piano, si sono radunate alcune persone iscritte al partito che parlando tra di loro, hanno commentato: «È da tempo che dicevamo di togliere la targa con su scritto Ufficio politico Coratti. Temevamo che dopo tutto lo scandalo ci potessero essere ritorsioni».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso