Vigili Urbani Roma 150102122623
IL CASO 4 Gennaio Gen 2015 1100 04 gennaio 2015

Vigili Roma, Madia: «Inchiesta rapida e sanzioni»

Il ministro della Pa: «Qualcuno pagherà conseguenze, visite fiscali sono uguali per pubblico e privato».

  • ...

Vigli urbani ai Fori imperiali a Roma.

Parole chiare e misure in arrivo per il caso delle assenze dei vigili a Roma.
A tornare sulla vicenda è il ministro della Pubblica amministrazione Marianna Madia: «È capitata una cosa che non doveva succedere e qualcuno dovrà pagarne le conseguenze».
«Ci vuole un'analisi in tempi rapidissimi sulle responsabilità ma una cosa è chiara: se non finirà con qualche sanzione vuol dire che va cambiata la legge», ha detto il ministro in un'intervista a La Repubblica.
CONTROLLO FISCALE A INPS. La titolare della Pa ha confermato anche la volontà del governo di passare dalle Asl all'Inps il controllo fiscale sulle assenze per malattia dei dipendenti pubblici.
«Non è una decisione presa sull'onda emotiva di queste ore», ha precisato: al Senato c'è «già un emendamento del governo» in tal senso al ddl sulla Pubblica amministrazione.
«NESSUN INTENTO PUNITIVO». A proposito del dibattito sull'articolo 18 per gli statali, Madia ha sottolineato che «il Jobs act è stato pensato per il lavoro privato. Il che non vuol dire che non andranno studiati e applicati criteri simili anche nella Pa».
Secondo il ministro del governo Renzi «il nostro intento non è punitivo, vogliamo invece ricostruire un senso di comunità che si è un po' perduto negli ultimi anni».
RASSICURAZIONI SU DIPENDENTI PROVINCE. E sui 39 mila dipendenti delle Province Madia ha garantito che 19 mila rimarranno al loro posto e 20 mila saranno riassorbiti: «La situazione sarà sanata con una mobilità intelligente che tenga conto delle professionalità e che ovviamente non prevede che da Bergamo qualcuno sia trasferito a Trapani».

Correlati

Potresti esserti perso