Gentiloni 141217094211
ALLARME 8 Gennaio Gen 2015 0830 08 gennaio 2015

Gentiloni: «Intervenire con forza contro Isis»

Il ministro degli Esteri: «Il non interventismo non risolve i problemi, siamo tutti coinvolti da minaccia».

  • ...

Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni.

È allarme anche in Italia dopo l'attacco alla redazione di Charlie Hebdo.
Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni ha detto che «bisogna intervenire con forza contro il Daesh, il cosiddeto Califfato dello Stato islamico perché il terrorismo è diventato uno Stato tra Siria e Iraq».
«Il non interventismo non risolve i nostri problemi», ha aggiunto ad Agorà.
«TUTTI COINVOLTI DA MINACCIA». Il ministro ha ribadito che «siamo tutti coinvolti da questo tipo di minaccia».
«È inutile dire questo o quel paese sono più esposti», ha aggiunto, ricordando che anche se ha subito alcune sconfitte sul piano militare, lo stato islamico esercita una grossa forza di attrazione.
«NON CONFONDERE TERRORISMO ED ISLAM». Gentiloni ha poi voluto invitare a «evitare di fare confusione tra terrorismo e Islam o tra questo tipo di minaccia e gli immigrati».
«Sarebbe più popolare ora dire che non dobbiamo pensare alla minaccia dello Stato islamico e concentrarci sul problema dell'immigrazione, ma questo non serve», ha concluso.

Correlati

Potresti esserti perso