Pier Luigi Bersani 141029212120
POLEMICA 8 Gennaio Gen 2015 1306 08 gennaio 2015

Salva Berlusconi, Bersani: «A Renzi non faccio i complimenti»

L'ex segretario dem: «Essere leggeri sul tema è come dar da bere agli ubriachi».

  • ...

Pier Luigi Bersani

Continua la polemica sulla norma 'Salva Berlusconi' della delega fiscale, che avrebbe cancellato la condanna per frode dell'ex premier conferendogli una nuova agibilità politica.
Dopo che Matteo Renzi si è assunto la responsabilità dell'accaduto - «La manina è la mia», ha affermato il premier il 7 gennaio- l'ex segretetario del Partito democratico Pier Luigi Bersani, ospite alla trasmissione L'aria che tira su La7, ha chiesto chiarezza: «Renzi in aula per spiegare? Certo non guasterebbe», ha detto Bersani. «Renzi se ne è presa la responsabilità, ha detto 'La manina è la mia'. Se poi c'è stata un'incursione di altre mani la cosa finisce qui. A me piace la franchezza ma non riesco a fargli i complimenti: non esiste in nessun posto al mondo una norma così».
«LEGGEREZZA? COME DAR DA BERE AGLI UBRIACHI». Sul premier Bersani ha aggiunto: «Renzi non è messo male. Su questo 3% ha dato un messaggio a un pezzo d'Italia: essere leggeri in Italia sul tema fiscale è come dar da bere agli ubriachi. Ma se non raddrizziamo questo tema, quello dell'evasione fiscale, non avremo mai soldi per fare gli investimenti. Si possono perdere le elezioni su questo aspetto», ha dichiarato l'ex segretario dem.
«LA FRODE È REATO IN TUTTO IL MONDO». Poi ha incalzato il presidente del Consiglio: «A Renzi voglio chiedere: abbiamo inventato l'evasione in proporzione? Non esiste in nessun posto al mondo una cosa così. La frode fiscale è un reato in tutto il mondo».

Correlati

Potresti esserti perso