Gentiloni 141217094211
POLITICA 11 Gennaio Gen 2015 1110 11 gennaio 2015

Terrorismo, Gentiloni: «Sbagliato sospendere Schengen»

Il ministro: «Chiudere siti propaganda terrorista. Le Pen doveva essere a Parigi».

  • ...

Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni.

Dopo gli attentati in Francia è intervenuto sulla situazione geopolitica internazionale il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni.
«Schengen è la nostra libertà di circolazione, se per alcune decine di terroristi rinunciamo alla libertà di circolazione e di espressione, gli facciamo un regalo enorme», ha detto l'esponente del Pd all'intervista di Maria Latella su SkyTg24.
«GIUSTO CHIUDERE SITI DI PROPAGANDA AL TERRORISMO». Gentiloni ha poi spiegato che «le normative attuali prevedono già la possibilità di chiudere i siti che fanno propaganda terrorista e esplicitamente propaganda antisemita, con normative attuali siti possono essere chiusi», dicendosi d'accordo sulla possibilità di oscurare tali siti.
«Ci vuole», ha aggiunto il ministro, «un grande coordinamento tra i servizi di informazione di tutto il mondo e ci vuole anche una controffensiva culturale, il terrorismo certamente ha matrice islamica, ma non è l'Islam».
«LE PEN HA SBAGLIATO». «Credo che abbia sbagliato la Le Pen a non andare alla marcia di Parigi, non credo che nessuno gliel'abbia impedito. Una partecipazione di tutti oggi sarebbe la cosa più opportuna, penso sia stata sua scelta quella di non partecipare», ha affermato Gentiloni rispondendo ad una domanda di Maria Latella che chiedeva se il presidente Hollande avesse fatto male ad impedire alla leader del Front National di partecipare alla manifestazione e di solidarietà di a Parigi.
ATTENZIONE SU SALUTE LATORRE. Il ministro è poi intervenuto suo caso marò: «Lunedì la Corte Suprema discuterà la nostra nuova petizione ma c'è una condizione sanitaria che non consente a Latorre di tornate in India che per noi è condizione insuperabile».

Correlati

Potresti esserti perso