Sergio Cofferati 150112133638
MAMBO 12 Gennaio Gen 2015 1333 12 gennaio 2015

Primarie Pd, per Cofferati è ora di farsi da parte

Vuole portare le consultazioni interne in procura. Ma non capisce che sarebbe dannoso: per lui, che in politica ha fatto il suo tempo, e per il partito.

  • ...

Sergio Cofferati.

Sergio Cofferati farebbe molto male a portare le primarie del Pd ligure in procura della Repubblica.
Quali sarebbero i reati? L’afflusso di extracomunitari è questione controversa. Da un lato è possibile che si tratti di voti “comprati”, dall’altra il Pd ha sempre detto di voler favorire la partecipazione dei non ancora italiani alla vita pubblica.
Anche la foto del voto espresso, che è un reato nelle competizioni elettorali vere, è un peccato veniale in questo tipo di consultazione.
UN REATO INESISTENTE. L’inesistenza del reato nasce anche dal tipo di consultazione, appunto. Le primarie sono una vicenda interna a un partito che se le gestisce o con regole ferree, solo gli iscritti, o con regole molto blande, voto libero.
Il Pd ha fatto questa seconda scelta. Tutti sono stati convinti che le primarie libere, che sono politicamente una sciocchezza, fossero le uniche primarie democratiche. Se accade che in primarie cosiffatte ci siano interferenze di cittadini votanti altri partiti o di non italiani, è cosa da dare per scontata e non da sollevare in caso di sconfitta.
Quando furono annullate le primarie napoletane si era di fronte a fatti assai più macroscopici e soprattrutto la decisione fu una interna corporis del partito, non frutto di un intervento, che è tuttora in corso, del magistrato. Già i magistrati italiani hanno troppo potere, se diamo loro anche quello di decidere i candidati di partito siamo fritti.
COFFERATI TENGA UN PROFILO PIÙ BASSO. C’è poi un’altra ragione perchè Cofferati non insista e riguarda proprio la sua persona. Cofferati è stato un leader prestigioso e discusso. Riformista, addirittura migliorista, divenne capo della sinistra radical all’epoca dei girotondi, poi si ritirò senza dare spiegazioni, fece il sindaco di Bologna con un’impronta da “sceriffo”, lasciò la città senza rimpianti e divenne parlamentare europeo.
Io che l’ho ampiamente criticato ma lo stimo, gli vorrei suggerire di avere un profilo più basso. Il tempo della politica scade per tutti , prima o poi. Il suo forse è scaduto. Probabilmente Cofferati pensa che il caso ligure possa favorire una spallata a Renzi. Probabilmente Cofferati è fra quelli che pensano che la convivenza fra premier e sinistra debba finire, ovvero sia destinata a finire.
Renzi non fa molto per farsi amare dalla gente di sinistra. Spesso sembra anzi cercare il suo dissenso. In ogni caso è premier e contemporaneamente leader del Pd. Trascinarlo in tribunale per interposta persona, cioè attraverso i suoi rappresentanti liguri, è un errore anche per le opposizioni interne del Pd.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso