Putin 141116093737
DECISIONE 12 Gennaio Gen 2015 1826 12 gennaio 2015

Russia, Putin apre agli stranieri nell'esercito

Mosca vuole rafforzare la presenza militare in Asia centrale dopo la fine della missione Isaf in Afghanistan. 

  • ...

Vladimir Putin.

Il leader del Cremlino Vladimir Putin apre le porte dell'esercito russo agli stranieri rendendo più semplice il loro arruolamento agli ordini di Mosca. Una mossa che, secondo l'esperto politico-militare Pavel Felghengauer, potrebbe servire a rafforzare la presenza delle forze armate russe in Asia centrale alla luce della fine della missione Isaf in Afghanistan.
CONTRATTO DI 5 ANNI. Un decreto firmato da Putin il 2 gennaio, riporta il quotidiano Kommersant, consente agli stranieri di età compresa tra i 18 e i 30 anni di arruolarsi con un contratto iniziale di cinque anni nelle forze armate di Mosca. Ma i militari stranieri, che non devono avere precedenti penali né essere sotto inchiesta, non potranno diventare ufficiali e resteranno quindi comunque subordinati ai comandanti russi. Al momento nell'esercito russo prestano servizio circa 300 stranieri, per lo più provenienti dalle ex repubbliche sovietiche dell'Asia centrale.
MAGGIORE PRESENZA MILITARE NELL'AREA. «A causa del ritiro dei soldati Nato dall'Afghanistan», spiega Felghengauer sul sito internet della Bbc in lingua russa, «in Asia centrale aumenta la minaccia, perciò probabilmente la Russia sta cercando di aumentare la sua presenza militare in quei Paesi».
Secondo l'esperto, l'invio di soldati russi in Asia centrale è costoso ed è più semplice arruolare cittadini locali da utilizzare nelle basi militari nelle repubbliche ex sovietiche. Non è però chiaro quanti saranno gli stranieri che in effetti saranno ammessi nelle file dell'esercito russo.

Articoli Correlati

Potresti esserti perso