Matteo Renzi Quirinale 150109230806
DENUNCIA 14 Gennaio Gen 2015 1318 14 gennaio 2015

Corruzione, Renzi: «Schifoso chi prende mazzette»

Il premier: «Chi si appropria dei soldi pubblici ruba quelli di tutti. Stiamo intevenendo».

  • ...

Matteo Renzi.

Matteo Renzi denuncia senza mezzi termini la corruzione. «I politici che prendono mazzette sono squallidi e schifosi ma la responsabilità della politica è a monte: non aver creato un sistema trasparente e semplice in cui non ci sia possibilità di equivoci. Ma noi stiamo intervenendo», ha dichiarato il premier alla presentazione del libro Corruzione a norma di legge di Giorgio Barberi e Francesco Giavazzi.
«FALLIMENTO DELLO STATO». «Chi ruba i soldi pubblici non ruba i soldi di nessuno», ha affermato il presidente del Consiglio, «ma di tutti. Non dico che è un furto doppio ma il disvalore sociale è doppio. Per il Mose, però, oltre ai politici che rubano c'è uno Stato che fallisce».
«SEPARARE IL MALE DAL BENE». Renzi ha ricordato però che il governo è intervenuto commissariando perché «ora c'è spazio per una forma di commissariamento che consente di andare avanti nei lavori separando ciò che è male da ciò che è bene». E invece, ha aggiunto, «il sistema infrastrutturale soprattutto negli anni Ottanta è stato viziato a monte dall'idea di consentire con varianti di progetto e connivenze politiche di far lievitare i costi» «Se la norma è complicata», ha concluso Renzi, «e manca la trasparenza totale è evidente la responsabilità della politica. La semplificazione totale non è semplicismo ma chiarezza».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso