Matteo Renzi 150114215444
TOTO NOMI 14 Gennaio Gen 2015 2203 14 gennaio 2015

Quirinale, Renzi: «Nessun veto, nemmeno dal Pd»

Il premier su La7: «Il Cav non ci sta? Facciamo da soli». E ringrazia Napolitano.

  • ...

Matteo Renzi.

Nel giorno dell'addio ufficiale da parte di Giorgio Napolitano, Matteo Renzi torna a fare la voce grossa sul nome del prossimo capo dello Stato, rispondendo indirettamente ai messaggi lanciati da Silvio Berlusconi.
Se il leader di Forza Italia dovesse dire di no «al nostro candidato» per il Quirinale, «ce lo eleggiamo da soli», ha spiegato il premier, ospite su La7 de Le invasioni barbariche, sottolineando anche come non si possa immaginare che il presidente della Repubblica sia «la figurina di un partito».
«NESSUNO METTE VETI». «Vorrei essere chiaro», ha poi aggiunto, «nessuno mette veti. Non Fi, non Salvini e nemmeno il Pd. Basta con questi veti. Un atteggiamento 'o così o pomì', non ha senso». A una domanda sul candidato da proporre, Renzi ha risposto: «Io ho in mente un arbitro. Se ho un nome in mente? Ce ne sono tanti, di nomi ce ne abbiamo tanti in mente».
«IL M5S PARTECIPI ALLA SCELTA». Quindi, un appello ai parlamentari del Movimento 5 stelle: «È giusto che partecipino alla vita istituzionale. Non è possibile che restino chiusi sempre nella loro posizione di protesta», anche su un tema come l'elezione del presidente della Repubblica. «Non a caso stanno lasciando Grillo per questo motivo».
«NAPOLITANO HA SEGNATO UN'EPOCA». Infine, un doveroso omaggio a Napolitano: «Credo che tutti, quelli che lo apprezzano e quelli che lo apprezzano meno, riconoscano a questo presidente il fatto che ha segnato un'epoca in modo straordinario». Dal punto di vista dell'ultimo anno, «nessuno di noi mette in dubbio una verità assoluta, che è quella che se oggi facciamo le riforme, alla faccia di chi non ci credeva, è perché Napolitano ha insistito che l'Italia non può stare ferma. Se c'è un vero artefice delle riforme, è lui».

Correlati

Potresti esserti perso