Beppe Grillo 141027131027
TOTONOMINE 15 Gennaio Gen 2015 1830 15 gennaio 2015

Quirinale, Grillo: «Nomi da tunnel degli orrori»

Il leader M5s sul blog attacca Fassino, Veltroni, Amato e Prodi: «È un Club dei mostri presidenziale».

 

  • ...

Beppe Grillo.

Beppe Grillo ha scritto sul suo blog che i nomi che circolano per il prossimo capo dello Stato «sembrano uscire dal tunnel dell'orrore».
Il leader del Movimento 5 stelle non ha risparmiato nessuno: ha preso di mira «Veltroni che prometteva di espatriare in Africa ma è qua», «Fassino, la mummia egizia di Torino», «Grasso, bastone del governo contro le opposizioni», «la Finocchiaro, siciliana Pd, che per farsi eleggere è andata in Puglia», «Mattarella, yes man di Renzie», «Amato, superpensionato da 31 mila euro al mese ed ex tesoriere di Bottino Craxi», e infine «Prodi, supercandidato impallinato dai voti dei renziani nel 2013».
«RENZI E BERLUSCONI PICCIONICINI». Grillo prosegue: «È un Club dei mostri presidenziale, e il gran cerimoniere non è Vincent Price come nel film, ma la massoneria internazionale. Al Luna park oltre al tunnel dell'orrore c'è però anche il tunnel dell'amore. Si entra in due su un vagoncino, innamorati, le braccia dell'uno dietro alle spalle dell'altro. I piccioncini sono Renzie e Berlusconi». Entrambi «vogliono un presidente di garanzia», ha scritto il leader M5s: «Uno per rimanere al governo e avere un firmatutto sempre a disposizione (si sente già la nostalgia canaglia di Napolitano...), l'altro per ottenere l'agibilità politica, salvarsi dai processi D'Ambrosio e Lavitola e mantenere in piedi le sue traballanti aziende».

Correlati

Potresti esserti perso