Greta Ramelli Vanessa 150116111600
SEQUESTRO 16 Gennaio Gen 2015 1330 16 gennaio 2015

Vanessa e Greta, Gentiloni: «Sul riscatto solo illazioni»

Il ministro degli Esteri smentisce le voci sulla liberazione delle cooperanti: «Contrari ai pagamenti». Giovani sentite dai pm.

  • ...

Roma: Paolo Gentiloni, Greta Ramelli e Vanessa Marzullo all'aeroporto di Ciampino (16 gennaio 2015).

Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni ha risposto alle polemiche sul riscatto di Greta Ramelli e Vanessa Marzullo, che sta dividendo l'Italia: «Siamo contrari al pagamento di riscatti. Sono solo illazioni», ha detto il ministro nell'informativa urgente del governo alla Camera sulla liberazione delle due cooperanti italiane rapite in Siria a luglio e rilasciate il 15 gennaio. «L'Italia in tema di rapimenti si attiene a comportamenti condivisi a livello internazionale, sulla linea dei governi precedenti: è la linea dell'Italia».
IL BENVENUTO A CIAMPINO. Il ministro ha descritto alla Camera il suo incontro con Vanessa e Greta all'aeroporto di Ciampino: «Questa mattina, poco dopo le 4 a Ciampino, ho dato il bentornato a Greta e Vanessa: l'ho fatto a nome del governo e a nome dell'Italia intera», ha detto il ministro, accompagnato da un applauso dell'aula. «Voglio ringraziare i servizi di intelligence, l'unità di crisi della Farnesina e tutte le autorità che con un gioco di squadra hanno portato ad un risultato importantissimo», ha dichiarato Gentiloni nell'informativa urgente del governo alla Camera sulla liberazione delle ragazze.
GIOVANI SENTITE DA PM. Il 16 gennaio, in una caserma sono state eseguite le audizioni di Greta e Vanessa.
Le ragazze sono state sentite dal procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e dai sostituti Sergio Colaiocco e Francesco Scavo. Gli inquirenti procedono per sequestro di persona con finalità di terrorismo.
TENUTE IN PIÙ PRIGIONI. Secondo quanto si è appreso, Greta e Vanessa avrebbero detto ai pm di essere state tenute in varie prigioni nella zona a nord della Siria e di non avere subito violenze, né di essere state minacciate di morte. Le due giovani hanno anche sottolineato che i loro carcerieri erano sempre a volto coperto. I verbali delle due audizioni sono stati secretati.

Correlati

Potresti esserti perso