Berlusconi Renzi 140718213321
COLLOQUIO 20 Gennaio Gen 2015 0852 20 gennaio 2015

Italicum, Renzi vede Berlusconi

Guerini: «Non si è parlato di Quirinale». Gotor: «In 29 contro i capilista bloccati».

  • ...

Matteo Renzi e Silvio Berlusconi.

L'intreccio tra Italicum e successione al Quirinale si fa sempre più fitto. All'indomani dello scontro frontale tra Matteo Renzi e la minoranza Pd sulla legge elettorale, il premier ha avuto un colloquio di un'ora con Silvio Berlusconi, durante il quale, tuttavia, almeno secondo il vice-segretario dem Lorenzo Guerini, non si sarebbe discusso del dopo Napolitano.
ASSE CON ALFANO. Un appuntamento, quello del 20 gennaio, al quale l'ex Cavaliere si è presentato forte di una ritrovata intesa con Angelino Alfano, 24 ore dopo 'l'ncontro tra i leader di Forza Italia e Nuovo centodestra. L’obiettivo dichiarato di Berlusconi è un presidente della Repubblica «garante di tutti e non solo di una parte, una persona di buon senso, equilibrata». Un moderato, insomma, non certo una figura in quota Pd.
ROSA DI NOMI PER RENZI. Per questo, in compagnia di Gianni Letta e Denis Verdini, si sarebbe recato a Palazzo Chigi, in ritardo di un paio d'ore sull'orario previsto, con una rosa di nomi da sottoporre al premier. Stando alle ultime indiscrezioni, averebbero ripreso quota, in tal senso, le candidature di Giuliano Amato e Pier Ferdinando Casini.
IL PREMIER TWITTA SULL'ITALICUM. Il premier ha ingannato l'attesa del sesto incontro con l'ex Cavaliere twittando il punto sulla legge elettorale. «Con l'Italicum preferenze e singoli candidati di collegio. Spariscono le liste bloccate. Ballottaggio è garanzia anti-inciucio»

«Nella nostra proposta», ha scritto il presidente del Consiglio, «il premio di maggioranza della legge elettorale va alla lista. Così sparisce il potere di veto dei partiti più piccoli». E ancora: «Noi vogliamo evitare le liste bloccate».
GUERINI: «TROVEREMO UNA SINTESI». Proprio sulla legge elettorale Guerini ha assicurato che il Pd troverà le sue sintesi». «Noi abbiamo fatto la nostra proposta», ha aggiunto, «Forza Italia farà in queste ore le sue valutazioni».
GOTOR: «IN 29 CONTRO I CAPILISTA BLOCCATI». Chi sembra pensarla diversamente è Miguel Gotor, esponente dei ribelli dem. «Ormai non c'è alcuna trattativa» tra la minoranza Pd e i vertici del partito. «E siamo in 29 senatori a confermare la linea del no ai capilista bloccati». «Ormai la discussione è solo con Berlusconi», ha aggiunto il senatore bersaniano».

Articoli Correlati

Potresti esserti perso