Camera Jobs 141116212135
POLITICA 22 Gennaio Gen 2015 2040 22 gennaio 2015

Riforme, voto dopo elezione del presidente dellla Repubblica

La conferenza dei capigruppo di Montecitorio ha deciso: ok definitivo solo dopo il giuramento del nuovo capo dello Stato.

  • ...

L'Aula di Montecitorio.

Il voto finale sulle riforme istituzionali nell'aula della Camera è destinato a svolgersi solo dopo l'elezione e il giuramento del nuovo presidente della Repubblica.
Lo ha deciso giovedì 22 gennaio la conferenza dei capigruppo di Montecitorio.
È così passata la proposta che il presidente del gruppo misto, Pino Pisicchio, aveva avanzato nei giorni scorsi senza che venisse accolta. L'accordo prevede che entro mercoledì 28 gennaio venga esaurito l'esame degli emendamenti al testo di riforma costituzionale. Mentre gli ordini del giorno e il voto, preceduto dalle relative dichiarazioni, sono rimandati a dopo l'elezione del nuovo capo dello Stato.
BOLDRINI E BRUNETTA SODDISFATTI. «Abbiamo raggiunto il risultato ottimale», ha sottolineato Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia al termine della riunione. Pisicchio ha detto di essere «contento: sono tre settimane che avanzo questa proposta». «Soddisfatta per l'intesa raggiunta dai gruppi e per l'esercizio di senso di responsabilità» anche la presidente della Camera, Laura Boldrini.

Correlati

Potresti esserti perso